I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Cina: la foresta di pietra Shilin e le donne Miao

Le meraviglie della natura nel cuore dello Yunnan

Shilin si trova nella regione meridionale cinese chiamata Yunnan. È interessante la formazione geologica di questo territorio, che rivela i segreti della crosta terrestre antica più di 200 milioni di anni. La foresta si sviluppa su una superficie di 30.000 ettari in modo geologicamente bizzarro, con picchi calcarei aguzzi come lance e battezzati con nomi fantasiosi come “Padiglione della contemplazione” o “La madre che si china sul figlio”. Per non rischiare di smarrirsi, conviene seguire attentamente i sentieri.

Diversi milioni di anni fa questa zona era sommersa da un oceano, sul cui fondo si depositò uno spesso strato calcareo. I movimenti geotettonici fecero sì che il fondale si trasformasse in terra ferma, mentre altri movimenti tellurici provocarono profonde spaccature nella roccia, successivamente erose dall’acqua fino a creare queste formazioni che ricordano pagode, germogli di bambù, gigantesche colonne, cammelli ed altro. ll bosco calcareo non è la sola meraviglia naturale dello Yunnan: la regione, attraversata da montagne e da fiumi, ospita infatti molti animali selvaggi, 770 varietà ornitologiche ed il 50% delle specie acquatiche del paese.

Vicino a Shilin si trova un villaggio Miao (Hmong), un’etnia che indossa abiti variopinti e conduce una vita semplice tipicamente rurale. Le Miao hanno acconciature elaborate che si tramandano di madre in figlia: realizzano delle autentiche opere d’arte con i capelli resi argentei da un olio vegetale e acconciati con foglie e fiori, tanto da somigliare a piccoli boschi fantastici impreziositi da pettini di legno intarsiati, monili d’argento a forma di farfalle, pesci e fiori. L’acconciatura e il costume saranno poi elementi preziosi perché l’uomo possa scegliere la compagna più in sintonia con i propri gusti. I Miao sono abilissimi artigiani per la lavorazione dell’argento a cui attribuiscono la proprietà di allontanare i demoni e assicurare protezione e salvezza. Per questo, nei giorni di festa, le madri si danno un gran da fare per apporre la quantità maggiore d’argento sugli abiti delle figlie (pare che un abito da cerimonia possa pesare anche 10 Kg).