fbpx
I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Cina: Gansu e Yunnan

Da Pechino voleremo a Lanzhou, capitale del Gansu, una regione poco controllata che ha potuto alquanto mantenere la propria autonomia culturale; eppure la Garnde Muraglia giungeva proprio fin qui! Dopo aver incontrato le comunità buddiste del monastero di Labrang andremo incontro alle incredibili bellezze naturali dello Yunnan: le foreste, lo sfondo dei picchi elevati che separano dal Tibet, i corsi d’acqua, i laghi circondati dalle costruzioni templari. E insieme alle bellezze naturali l’incontro con numerosi gruppi etnici tra ben 26 che vi abitano e che seguono tuttora le loro antiche tradizioni.

Giungeremo poi fino a Zhongdian a 3200 metri, nella zona più settentrionale dello Yunnan nel territorio dequen-tibetano, un vero paradiso naturale e incontaminato dove sembrerà d’aver raggiunto la mitica Shangri-La come sostiene James Hilton nel suo romanzo “Orizzonte perduto”. Intorno allo Yang Tse si trovano tutti gli elementi del più conosciuto Tibet: grandi cime innevate, laghi cristallini, gole profonde, remoti monasteri e tradizioni immutate nel tempo. Il viaggio termina poi a Shanghai, la grande sfida cinese che manifesta al mondo la sua potenza.

Costo

Su richiesta

Durata

11gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Per partenze entro il

31/12/2019

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Pechino, Lanzhou, Xiahe, Kunming, Lijiang, Zhoongdian, Shanghai

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    PECHINO

    Arrivo a Pechino e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio visita del Tempio del Cielo (Tian Tan), eretto nel XV secolo secondo il grandioso stile architettonico Ming. È uno dei templi più importanti della città, poiché in esso l'imperatore si recava due volte l'anno a celebrare i riti pertinenti alla sua carica.

    Proseguimento con la visita di piazza Tian An Men, la piazza più grande del mondo che è delimitata a sud, dal mausoleo di Mao ed a nord, dall'ingresso principale alla Città Proibita. Vi si arriva dalla Chang An Jie, la strada principale di Pechino, lunga 44 chilometri, il cui nome significa "via della lunga pace". Cena occidentale in hotel e pernottamento.

    Capitale della dinastia mongola Yuan, della dinastia cinese Ming, della dinastia Manchu Qing ed in ultimo capitale della Repubblica Popolare Cinese, Beijing è il centro politico, economico e culturale del popolo più numeroso della terra. La storia di Beijing comincia sulla collina "Dragon Bone", vicino la città di Zhoukoudian, distante circa 30 miglia da Pechino. Fu qui che un teschio del primo uomo scimmia, Homo Erectus Pekinensis, meglio conosciuto come l'uomo di Pechino, venne rinvenuto il 2 dicembre del 1929. Il teschio risale a mezzo milione di anni fa. Nella stessa zona furono trovati più tardi scheletri di uomini delle caverne che occupavano questa area 18.000 anni fa. Quando l'esploratore veneziano Marco Polo raggiunse Pechino alla fine del 13º secolo, Khanbaliq, la città del Khan, era già una delle metropoli più grandi del mondo.

  • GIORNO
    2

    PECHINO / LANZHOU

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza per Lanzhou, capoluogo del Gansu, una città molto antica nel nord-ovest della Cina sulle sponde del fiume Giallo. Arrivo e trasferimento in hotel. Quindi partenza per la visita della città con il parco Baita Shan con la collina della Pagoda Bianca, il parco delle Cinque Sorgenti. Pasti liberi. Pernottamento.

  • GIORNO
    3

    LANZHOU / BINGLINGSI / XIAHE

    Prima colazione. Al mattino escursione alle Grotte buddiste di Binglingsi (in tibetano significa "migliaia di statue"), dove nel corso di 1600 anni sono state realizzate 183 nicchie e sculture nella roccia porosa. Si ammira, tra l'altro, una statua alta 27 metri di Maitreya, il Buddha del futuro. Visita al monastero annesso. Dopo la seconda colazione proseguimento per Xiahe. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    XIAHE / LABRANG / LANZHOU

    Prima colazione e partenza per Labrang (o Labulaneg). Questo giorno è dedicato alla visita dell'enorme monastero di Labrang fondato nel 1709, che fortunatamente ancora oggi ospita oltre 1000 monaci. L'attività religiosa ruota intorno ai templi, agli istituti, alle sale di preghiera con l'importante biblioteca, gli alloggi e i labirinti e corridoi brulicanti di monaci e pellegrini. Intorno al monastero corre una via di pellegrinaggio di 3 km. disseminata di lunghe file di ruote della preghiera e santuari buddisti Gelukpa. Seconda colazione in corso di visita e nel proseguimento per Lanzhou. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    5

    LANZHOU / KUNMING

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Kunming. Arrivo nella capitale della regione dello Yunnan e proseguimento con la visita della famosa foresta di pietra a circa due ore di viaggio. È interessante la formazione geologica di questo territorio che rivela i segreti della crosta terrestre antica più di 200 milioni di anni. Seconda colazione in ristorante locale.

    La foresta si sviluppa su una superficie di 30.000 ettari in modo geologicamente bizzarro con picchi calcarei aguzzi come lance e battezzati con nomi fantasiosi come "Padiglione della contemplazione" o "La madre che si china sul figlio". Per non rischiare di smarrirsi, conviene seguire attentamente i sentieri. Diversi milioni di anni fa questa zona era sommersa da un oceano, sul cui fondo si depositò uno spesso strato calcareo. I movimenti geotettonici fecero sì che il fondale si trasformasse in terra ferma, mentre altri movimenti tellurici provocarono profonde spaccature nella roccia, successivamente erose dall'acqua fino a creare queste formazioni che ricordano pagode, germogli di bambù, gigantesche colonne, cammelli e altro. Il bosco calcareo non è la sola meraviglia naturale dello Yunnan: la regione, attraversata da montagne e da fiumi, ospita infatti molti animali selvaggi, 770 varietà ornitologiche ed il 50% delle specie acquatiche del paese. Rientro a Kunming per la cena e il pernottamento.

  • GIORNO
    6

    KUNMING / LIJIANG

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Lijiang. Arrivo e sistemazione in hotel. Quindi inizio della visita di Lijiang dichiarata dall'Unesco "patrimonio dell'umanità". Lijiang è vivace ed interessante con una bella piazza del mercato dove si realizzano tipiche scene di vita quotidiana. La città è divisa in due parti: la parte antica, chiamata anche Dayan, mostra come un tempo doveva essere tutta la Cina quando una rete fitta di canali si intersecava con le strade acciottolate su cui si affacciavano piccole e traballanti case di legno. Ad animare la piccola città un brulicante mercato locale.

    È anche prevista la salita in funivia al monte Yunshanping a metà del percorso verso la cima del ghiacciaio più a sud dell'emisfero boreale. Lo spettacolo delle 13 maestose vette del massiccio del Drago di Giada che giungono fino a 5600 metri di altezza è splendido. Siamo sul lato orientale dell'Himalaya, rifugio per molte specie animali: il rinopiteco bruno, il panda rosso, il mosco, la farfalla di alta montagna, il fagiano di Lady Amherst e l'uccello sacro dell'Himalaya (gru dal collo nero). Seconda colazione in corso di visita. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    7

    LIJIANG

    Pensione completa. Al mattino visita del parco del Drago Nero, con il Padiglione delle Cinque Fenici ed il Ponte dai Cinque Archi. Visita del piccolo Museo delle minoranze Naxi. Essi sono una popolazione matriarcale famosa per le attività artistiche e per la sopravvivenza degli sciamani (Dongba) come nelle popolazioni tibetane dalle quali discendono. Tra le regioni dello Yunnan e del Sichuan sono 280.000 i Naxi che sono sopravvissuti all'omologazione culturale. Anche Lijiang fu una capitale potente con un passato glorioso quando i Naxi vi estesero il regno di Mu dal 1288 al 1730.

    Come già detto, i Naxi discendono dai nomadi tibetani e sono organizzati in una società di tipo matriarcale dove è ancora in uso il baratto. Le donne Naxi detengono le redini dell'organizzazione sociale e propendono verso la poligamia; essi sono, infatti, conosciuti per essere molto liberi ed elastici nei rapporti familiari. Le coppie possono formarsi senza il vincolo del matrimonio o della convivenza e l'uomo deve provvedere ai bisogni della donna solo fino a che la relazione permane. Quindi visita di Baisha, a circa 8 km da Lijiang, dove gli abitanti concepiscono la montagna al centro della loro vita, nel bene e nel male. Qui si trovano 350 affreschi murali realizzati 500 anni fa dalla dinastia Ming.

    Visita del tempio Yufeng costruito nel 1756 sotto il regno dell'Imperatore Qianlong della dinastia Qing con il famoso albero di camelie giganti sul quale si dica sboccino 20.000 fiori ogni anno. E' la famosa camelia conosciuta anche come "La prima pianta sotto il paradiso" che cresce ai piedi meridionali della Montagna del Drago di Giada, vicino al Tempio Yufeng.

  • GIORNO
    8

    LIJIANG / ZHONGDIAN

    Prima colazione e partenza per Zhongdian scendendo nella valle dello Yangtze. Si incontra il "Salto della Tigre", il canyon che si estende tra la Montagna di Neve del Drago di Giada e la Montagna di Neve Haba. Il canyon si estende per 15 chilometri formando una gola fra le più impervie del mondo. La leggenda ad esso connessa racconta di una tigre che effettua il grande saldo da una sponda all'altra, superando le acque vorticose nel punto più stretto della gola. Siamo nell'estremo lembo orientale dell'altopiano tibetano dove sopravvivono le stesse etnie con la stessa originale spiritualità, la stessa cultura e le stesse tradizioni rituali.
    Una piccola porzione di Tibet, dunque, dove vivono 50.000 persone tra Cinesi Han, Tibetani e pochi altri gruppi minori, a 3200 metri d'altitudine, circondati da cime montane sempre innevate. Seconda colazione in corso di viaggio. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    9

    ZHONGDIAN

    Prima colazione e partenza per una escursione a Bitahai, il lago più elevato dello Yunnan ad oltre 3500 metri. Il lago è famoso per l'acqua limpida e lo scenario suggestivo dato dai monti e dalle foreste che lo circondano. La leggenda racconta di una dea che fece cadere lo specchio nel quale ammirava il suo aspetto; lo specchio si ruppe in tanti pezzi che diedero luogo ai laghi di montagna e tra questi il più bello, circondato da una cornice di giada, è proprio il lago Bitahai. Nel centro del lago si trova una piccola isola con la forma di una imbarcazione di soli 30 metri. Molti raccontano delle inebrianti fragranze rilasciate dalle piante e dai fiori dell'isola.

    Rientro a Zhongdian e visita del monastero tibetano Songzanlin e della Città Vecchia. Zhongdian è circondata da centri di cultura tibetana. La zona è piena di piccoli centri agricoli adagiati in una ristretta piana attraversata dallo Yangtze. Il territorio varia dalle cime morbide e verdeggianti coltivate ad uno più impervio: canyons profondi e picchi rocciosi a precipizio che delimitano un mondo verticale impressionante e di grande bellezza. Seconda colazione in corso di visite. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    10

    ZHONGDIAN / SHANGHAI

    Prima colazione, in tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per Shanghai. Arrivo e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione. Pasti liberi. Pernottamento.

  • GIORNO
    11

    SHANGHAI

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto per la partenza.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Obbligatorio. È rilasciato dall’Ambasciata o dal Consolato della Repubblica Popolare Cinese ed è valido per 30 giorni. Da € 135,00 (procedura non urgente).

HOTEL PREVISTI

Categoria Superior

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Prezzi su richiesta.

DOCUMENTI

Occorre un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e 1 pagina libera, una foto-tessera e un modulo debitamente compilato. Alla prenotazione occorre inviare la fotocopia del passaporto per prenotare i voli interni in Cina riferiti all’itinerario.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

Cambi applicati: 1 USD = 0,85 € Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Su richiesta.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Su richiesta.