I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Filippine: l’ottava meraviglia e la festa di Ati Atihan

Le Filippine come non le avete mai immaginate: un viaggio tra le terrazze degli Ifugao, i ritmi ed i colori della festa di Ati-Atihan e le acque cristalline di Boracay. Tutto ha inizio al primo rullare di tamburi… ogni terza domenica di gennaio quando le strade della tranquilla Kalibo Aklan vengono colmate da ritmi, danze, maschere e costumi tribali, corpi colorati e coreografie per la “Madre di tutte le feste”, l’Ati Atihan, un evento unico che coinvolge tutta la popolazione da circa 700 anni. “Ati Atihan” significa “essere come un Ati”. Gli Ati o Aetas sono il primo popolo indigeno ad abitare l’arcipelago filippino; ancora oggi vivono tra gli altopiani del paese.

Costo

Su richiesta

Durata

15gg

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo, Viaggio evento

Da prenotare entro il

31/12/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Manila, Banaue, Bontoc, Sagada, Kalibo, Boracay, Caticlan

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    ITALIA / MANILA

    Partenza dall'Italia per Manila con voli di linea. Pasti e notte in volo.

  • GIORNO
    2

    MANILA

    Arrivo a Manila, incontro con il nostro rappresentante e trasferimento in hotel. Tempo per il riposo o per un primo personale incontro con la metropoli. Cena di benvenuto in ristorante tipico. Rientro in hotel e pernottamento.

  • GIORNO
    3

    MANILA / BANAUE

    Prima colazione. Partenza per Benaue, verso i massicci della Cordillera, che si raggiunge dopo circa 8/10 ore di viaggio. Si attraversano le verdissime province di Nueva Ecija e di Nueva Vizcaya. Le piantagioni di riso che circondano i piccoli villaggi e che si trovano lungo il percorso, mostrano la semplicità della vita che si conduce in campagna. Sosta a San José. Seconda colazione. Dopo il passo Dalton, arrivo a Bagabag da dove si inizia la salita verso le montagne, territorio degli Ifugao, i mangiatori di riso. Arrivo a Banaue nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    BANAUE (I VILLAGGI)

    Prima colazione e partenza in jeepney (tipica jeep locale) per la visita delle spettacolari terrazze di riso e dei villaggi abitati dagli Ifugao, tribù che conserva ancora tradizioni millenarie. Il riso, alla base della civiltà e della cultura Ifugao, alimento fondamentale per il sostentamento di questo popolo, è considerato quale dono degli dei Bulul; perciò gli Ifugao hanno sempre costruito queste grandiose terrazze coltivate innalzandole al cielo per stare più vicini ad esso e raggiungere il paradiso. Ricordiamo che le risaie terrazzate di Batad, Bangaan, Mayoyao, Hungduan e Nagacadan sono patrimonio Unesco.

    Tutte le fasi della crescita del riso sono scandite da riti propiziatori e da sacrifici di maiali e galli. Le risaie si elevano per chilometri, maestose come le piramidi Maya, risultato della fatica immane di un popolo costretto ad inventarsi un territorio. Tutti i popoli asiatici costruiscono risaie terrazzate ma gli Ifugao realizzano quelle più estese come non si sono mai viste e quelle più ripide a strapiombo per centinaia di metri. Gli Ifugao giunsero in queste terre in tempi antichissimi probabilmente dalla Birmania e dall'Indonesia quando ancora erano tagliatori di teste. È un popolo indomito governato dal consiglio dei capi Iynibah che né gli spagnoli né gli Americani hanno mai sottomesso. Seconda colazione in corso di visita.
    Rientro a Banaue. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    5

    BANAUE / BONTOC / SAGADA

    Prima colazione e partenza per Bontoc, 7 km prima di Sagada, capitale della Provincia delle Montagne che si trova ad una altitudine di 1000 metri a 50 Km da Banaue. Il tratto di strada tra le due località è elettrizzante per la spettacolarità delle gole create dalle terrazze che delimitano visioni panoramiche di incomparabile bellezza. Visita del piccolo museo dove sono conservate fotografie e alcuni importanti elementi della cultura tipica di questi abitanti.

    Quindi arrivo a Sagada. Qui si possono osservare gli insoliti luoghi di sepoltura degli Igorot che inumavano i loro morti appendendoli alla roccia, credendo che la loro anima potesse in questo modo vagare liberamente. Questa zona è particolarmente interessante anche per gli speleologi perché vi si trovano un'infinità di grotte ricche d'acqua e di formazioni calcaree. Il territorio verdissimo è suggestivo e in un certo senso mistico perché vi si rileva la presenza attiva di uomini che hanno sempre cercato di riunire la vita e la morte. Seconda colazione in corso di visita.
    Cena libera. Pernottamento.

  • GIORNO
    6

    SAGADA / MANILA

    Prima colazione e rientro a Manila, percorrendo di nuovo la bella strada panoramica che scendendo dalle alture attraversa una vasta pianura intensamente coltivata. Seconda colazione in corso di viaggio. Arrivo a Manila e tempo a disposizione. Cena in ristorante e pernottamento.

  • GIORNO
    7

    MANILA / KALIBO

    Prima colazione e trasferimento in aeroporto per il volo alla volta di Kalibo. Arrivo e sistemazione in hotel. Si inizierà subito ad entrare nel vivo della manifestazione. La frase che si sentirà pronunciare frequentemente dai locali sarà "Hala Bira, Puera Pasma" che vuol dire "vai avanti senza fatica". Pasti in ristorante. Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    KALIBO (ATI-ATIHAN)

    Prima colazione. Intera giornata dedicata alla festa di Ati-
    Atihan. Pasti in ristorante. Pernottamento.
    L'Ati-Atihan trae origine dalla migrazione dal vicino Borneo dei Datus, un gruppo di capi tribù malesi, che lasciarono la loro terra per sfuggire ad un re tiranno in patria. Giunti sull'Isola di Panay, vennero accolti dagli Ati, popolo diplomatico e cortese, con il quale strinsero da subito una forte alleanza.

    In cambio di alcuni doni, in particolare per il re un cappello d'oro, localmente conosciuto come "salakut", ed una cavigliera per la regina, gli Ati decisero di spostarsi sugli altopiani e di lasciare la pianura ai nuovi "coloni". Per suggellare la loro unione gli Ati ed i Malesi festeggiarono per giorni e giorni. Proprio in concomitanza di questo evento, gli Ati celebravano la resa del loro buon raccolto, ed il popolo malese per unirsi alla celebrazione si dipinse i corpi di fuliggine, per avere la pelle più scura proprio come gli Ati e riuscire ad unirsi ed omogeneizzarsi agli autoctoni.

    Questa festa quindi ha origini pagane ma ha acquisito un risvolto religioso quando i colonizzatori spagnoli arrivati nelle Filippine per convertire gli indigeni al cattolicesimo "imposero" all'interno della celebrazione la venerazione del Santo Niño (o Santo Bambino Gesù). Oggi, la festa tribale ha anche il suo aspetto religioso, e alcuni devoti portano le immagini di Gesù Bambino tra danze, canti e suppliche a Dio per la salute ed il successo dei loro bambini.

  • GIORNO
    9

    KALIBO / BORACAY

    Prima colazione. Mattino libero. Dopo la seconda colazione trasferimento al porto di Caticlan (circa un'ora e trenta) e passaggio in barca presso il Resort sull'isola di Boracay (circa 20 minuti di barca). Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    10

    BORACAY

    Trattamento di mezza pensione. Intere giornate a disposizione da dedicare al relax personale.

    Boracay, isola tropicale lunga 7 km e larga 2 nel punto più largo, si trova circa 300 Km a sud di Manila. E' famosa in tutto il sud-est asiatico per la sua sabbia bianca e finissima, il mare cristallino ed il fondale che degrada lentamente. L'isola è rinomata per i suoi molteplici divertimenti che hanno reso questa destinazione molto ambita dal jet set internazionale non solo di origine asiatico. La sera la vita è animata dalla musica e dai colori dei bars sulla spiaggia. Le spiagge dell'isola sono diverse e tutte molto belle. Tra queste è famosa la White Sand Beach che si estende per 4 km e che offre le principali attività mondane.

    La Puka Shell Beach, tra le meno frequentate si trova invece sul lato nord: la sabbia è bianchissima e pulitissima. BolaBog Beach, altrettanto bella, si trova sul versante orientale ed è invece il punto di partenza ideale per lo snorkeling perché il fondale è basso e vi si trova una gran varietà di specie di coralli e pesci.

  • GIORNO
    11

    BORACAY

    Trattamento di mezza pensione. Intere giornate a disposizione da dedicare al relax personale.

    Boracay, isola tropicale lunga 7 km e larga 2 nel punto più largo, si trova circa 300 Km a sud di Manila. E' famosa in tutto il sud-est asiatico per la sua sabbia bianca e finissima, il mare cristallino ed il fondale che degrada lentamente. L'isola è rinomata per i suoi molteplici divertimenti che hanno reso questa destinazione molto ambita dal jet set internazionale non solo di origine asiatico. La sera la vita è animata dalla musica e dai colori dei bars sulla spiaggia. Le spiagge dell'isola sono diverse e tutte molto belle. Tra queste è famosa la White Sand Beach che si estende per 4 km e che offre le principali attività mondane.

    La Puka Shell Beach, tra le meno frequentate si trova invece sul lato nord: la sabbia è bianchissima e pulitissima. BolaBog Beach, altrettanto bella, si trova sul versante orientale ed è invece il punto di partenza ideale per lo snorkeling perché il fondale è basso e vi si trova una gran varietà di specie di coralli e pesci.

  • GIORNO
    12

    BORACAY

    Trattamento di mezza pensione. Intere giornate a disposizione da dedicare al relax personale.

    Boracay, isola tropicale lunga 7 km e larga 2 nel punto più largo, si trova circa 300 Km a sud di Manila. E' famosa in tutto il sud-est asiatico per la sua sabbia bianca e finissima, il mare cristallino ed il fondale che degrada lentamente. L'isola è rinomata per i suoi molteplici divertimenti che hanno reso questa destinazione molto ambita dal jet set internazionale non solo di origine asiatico. La sera la vita è animata dalla musica e dai colori dei bars sulla spiaggia. Le spiagge dell'isola sono diverse e tutte molto belle. Tra queste è famosa la White Sand Beach che si estende per 4 km e che offre le principali attività mondane.

    La Puka Shell Beach, tra le meno frequentate si trova invece sul lato nord: la sabbia è bianchissima e pulitissima. BolaBog Beach, altrettanto bella, si trova sul versante orientale ed è invece il punto di partenza ideale per lo snorkeling perché il fondale è basso e vi si trova una gran varietà di specie di coralli e pesci.

  • GIORNO
    13

    BORACAY

    Prima colazione. Seconda colazione libera. In tempo utile trasferimento in barca a Caticlan e quindi all'aeroporto. Quindi partenza per il volo di rientro a Manila. Trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    14

    MANILA / ITALIA

    Prima colazione. Pasti liberi. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per l'Italia con voli di linea.

  • GIORNO
    15

    ITALIA

    In mattinata arrivo in Italia.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Non è necessario per soggiorni inferiori ai 30 giorni

HOTEL PREVISTI

Su richiesta

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

Prezzi su richiesta

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (copre circa il 4% del totale)

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Su richiesta

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Su richiesta