fbpx
I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Indonesia: gran tour, Java, Sulawesi e Komodo

Il viaggio inizia sull’isola di Giava dove oltre al magnifico Monte Bromo, con la sua caldera fumante, si trovano i templi di Prambanan e il tempio di Borobudur, uno dei più grandi monumenti buddisti del sud-est asiatico. Quindi ci si sposta sull’isola di Sulawesi dove si trovano le tribù dei Toraja, una popolazione unica e originale che abita le regioni montane dell’interno. E infine si giunge alla remota Komodo nel mar di Flores, all’interno delle Isole della Sonda, con il suo parco naturale e il drago o varano di Komodo.

Costo

A partire da € 2.990,00

Durata

13gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Per partenze entro il

31/10/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Yogyakarta, Surabaya, Monte Bromo, Ijen, Komodo, Tana Toraja

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    YOGYAKARTA (PRAMBANAN)

    Arrivo all’aeroporto di Yogyacarta.
    Questa è il cuore culturale di Giava, dove vengono coltivate più profondamente le arti tradizionali. Giava è la quinta isola dell'arcipelago indonesiano dove vive il 60% della popolazione complessiva.
    Partenza per la visita dei templi di Prambanan dedicati essenzialmente a Shiva e sorti nel IX secolo, quindi dopo la costruzione di Borobudur, al tempo dell'unione tra la dinastia induista Sanjaya e la dinastia buddista Sailendra. Per questo i templi sono il frutto di un sincretismo religioso che combina elementi shivaiti e buddisti.
    Pasti liberi e pernottamento.

  • GIORNO
    2

    YOGYAKARTA (BOROBUDUR)

    Prima colazione e visita della città (kota) di Yogyakarta, semplicemente Joghjah. In particolare ricordiamo la città antica con i piccoli mercati e negozi di artigianato ed il Palazzo del Sultanato, conosciuto localmente come "Kraton".
    Dopo la seconda colazione, partenza per la visita del sito di Borobudur. La sua costruzione iniziale si deve agli induisti che attorno al 775 d.C. vollero dedicare a Shiva un grande tempio; il completamento invece si deve ai buddisti (dinastia Sailendra) che nel 835 terminarono le ultime terrazze dello stupa.
    Il tempio monumentale risulta quindi un'espressione d'arte induista e buddista insieme. Nel X secolo, quando il potere si spostò nella parte orientale di Giava, il tempio venne praticamente abbandonato e conquistato dalla natura prorompente dell'isola che lo nascose alla vista, proprio come avvenne ad Angkor. Solo nel 1800, durante il governatorato di Sir Thomas Sramford Raffles, l'area venne riportata alla luce dai coloni e nel 1900 gli Olandesi iniziarono il restauro del grande tempio, restauro che terminò solo nel 1973.
    Lo stupa monumentale è a forma simmetrica: un quadrilatero che sormonta un'intera collina il cui basamento misura 118 metri per lato e che appare come una montagna sacra. Le prime sei terrazze quadrate sono decorate con pannelli scolpiti che riportano testi della dottrina buddista ed episodi della vita del Buddha. Sovrapposte a queste vi sono altre tre terrazze circolari sulle quali si trovano 72 piccoli stupa che contengono statue del Buddha. A coronamento si trova lo stupa centrale vuoto che rappresenta il nirvana: dall'alto l'intero monumento appare come un grande e perfetto mandala tantrico tridimensionale. In sanscrito mandala significa cerchio; esso è spesso un insieme di motivi geometrici concentrici che vogliono rappresentare l'universo. Nell'iconografia buddista il mandala include cerchi, triangoli e quadrati con rappresentazioni di varie divinità in luoghi specifici. Borobudur è fra i monumenti considerati dall'Unesco patrimonio dell'umanità. Rientro in città e lungo il percorso visita dei templi di Candi Pawon e Mendut.
    Cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    3

    YOGYAKARTA/SURABAYA

    Prima colazione, trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Surabaya. Arrivo dopo circa 5 ore di viaggio. Arrivo e trasferimento in hotel. Tempo libero per un personale approccio.
    Pasti liberi e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    SURABAYA/MONTE BROMO

    Prima colazione e partenza in direzione del Monte Bromo.
    Lungo il percorso visita a Trowulan, l'antica capitale del gigantesco regno Majapahit che raggiunse il suo massimo splendore nel 14 ° secolo. Qui visiteremo il Museo e il tempio indù di Trowulan. Proseguimento verso Bromo.
    Pasti liberi e pernottamento.

  • GIORNO
    5

    MONTE BROMO/IJEN

    Nelle prime ore del mattino partenza per l'escursione al Monte Bromo (soggetta alle condizioni climatiche).
    Il Gunung Bromo si trova ad un'altitudine di 2392 metri; è un vulcano attivo situato al centro del massiccio Tengger, un unico grande cratere del diametro di 10 km nel cui interno si trovano il Monte Bromo ed altri due crateri, il Batok e il Kursi. Si arriva al villaggio di Pananjakan e procede fino al mare di sabbia; qui si prosegue a piedi salendo 245 gradini che conducono nel punto più panoramico al bordo del cratere. Si giunge al sorgere del sole e lo spettacolo è suggestivo e ricco di contrasti. La visione eterea dall'alto è indimenticabile: il sole che emerge dal bordo del cratere esterno in mezzo ai cirri fumanti.
    Si prosegue verso Ijen dove l’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio. Seconda colazione in corso di visita.
    Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    IJEN/BALI/SANUR

    Nelle prime ore del mattino partenza verso il villaggio di Licin ed il monte Ijen attraversando foreste e piantagioni. Da qui inizieremo a scalare per circa 2 ore per arrivare al bordo del cratere da dove il paesaggio mozzafiato e la bellezza del lago sulfureo riempiranno i nostri occhi. Rientro in hotel per la seconda colazione e trasferimento al porto di Ketapang per la partenza in traghetto per raggiungere l’isola di Bali.
    Trasferimento in hotel. Pernottamento.

  • GIORNO
    7

    SANUR/LABUHAN BAJO

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per l’isola di Flores.
    Labuhan Bajo è una piccola cittadina situata nell'estrema parte occidentale di Flores e abitata da pescatori. La città è il punto di partenza per il viaggio a Komodo e nelle isole vicine. Visita alla grotta di Batu Cermin, a 5 km dalla città. La grotta è grande 75x5 m e contiene stalattiti e stalagmiti. Pasti in ristorante locale.
    Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    LABUHAN BAJO/RINCA/KOMODO/LABUHAN BAJO

    Prima colazione, trasferimento al porto e partenza in barca a motore per l’isola di Rinca. Già qui avremo modo di avere un primo approccio con i famosi draghi di Komodo nel loro ambiente naturale.
    Si prosegue per l’isola di Komodo, dove in un ristorante locale si farà la seconda colazione. Nel pomeriggio faremo un leggero trekking per addentrarci nell’isola fino a Banunggulung. Qui arriveremo su una spiaggia incontaminata di sabbia bianchissima chiamata “Pantai merah” (spiaggia rosa) e avremo modo di goderci le acque e i fondali cristallini facendo snorkeling. Nel tardo pomeriggio rientro a Labuhan Bajo. Cena in ristorante locale.
    Pernottamento.

  • GIORNO
    9

    LABUHAN BAJO/DENPASAR/MAKASSAR

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Makassar via Denpasar. Arrivo e trasferimento in hotel. Pasti liberi.
    Pernottamento.

  • GIORNO
    10

    MAKASSAR/RANTEPAO (TANA TORAJA)

    Prima colazione.
    Partenza per la regione dei Toraja (Tana Toraja). A nord, lungo la costa, incontreremo tipici villaggi dei pescatori Bugis che furono tra i popoli che per primi abitarono l’Indonesia. Sono tipiche le loro golette di legno con cui ancora oggi navigano sul mare secondo la loro antica tradizione. Il territorio verdissimo è intensamente coltivato a terrazze che giungono fino a Pare-Pare, un piccolo porto benché il secondo per importanza di questa regione.
    Sosta per la seconda colazione e proseguimento per la terra dei Toraja dove si giunge dopo circa 9 ore di viaggio. I Toraja, termine bujis che significa “uomini dei monti”, sono di razza protomalese e si dividono in tre gruppi fondamentali che vivono in questi territori del Sulawesi centrale dalla notte dei tempi. Conservano la pratica di antichi riti legati alla magia e alla loro religione ancestrale. Prima della colonizzazione olandese c’erano molti gruppi di cacciatori di teste nell’arcipelago e i Toraja erano tra questi. Tagliare la testa era prevalentemente una dimostrazione di virilità per i giovani oppure era un rito legato alle cerimonie funebri dei capi tribù, un rito che si proponeva di accompagnare i capi nella loro vita ultraterrena. Arrivo a Rantepao in serata, il centro commerciale più grande e più importante della regione.
    Cena e pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    11

    TANA TORAJA

    Pensione completa.
    Intera giornata dedicata alla scoperta della regione attraverso l’incontro con la popolazione in un ambiente naturale di grande rigoglio. Sono famose le cerimonie funebri dei Toraja che, pur cristianizzati dai missionari europei nei primi anni del 1900, conservano una ritualità legata alle loro origini animiste.
    Il corpo del defunto viene custodito in casa e considerato soltanto ammalato fino a che non si possa celebrare un rito funebre degno di lui. Il rito si celebra solo quando tutta la tribù è riappacificata ed è presente tutta la famiglia. La cerimonia deve essere ricca e spettacolarizzata con danze, canti e sacrifici di animali in quanto la vita ultraterrena del defunto dipende da essa. Al termine il corpo viene tumulato in una nicchia scavata in alto nella roccia. Secondo i Toraja, gli uomini devono stare in equilibrio tra il mondo superiore e il mondo inferiore, se il defunto avrà quindi una cerimonia adeguata farà parte del mondo superiore diventando per questo una divinità.
    Si visitano Lemo e Londa dove si trovano le tombe dei Toraja sopra menzionate. Esse sono scavate manualmente nella roccia a picco e sono spesso adornate con effigi dei morti in legno e stoffa. Sosta presso Kete Kesu, un bel villaggio tradizionale dove si possono ammirare le Tongkonan, le case tradizionali con il tetto a forma di barca.

  • GIORNO
    12

    TANA TORAJA

    Pensione completa.
    Un nuovo giorno per visitare le zone della tradizione Toraja. Ricordiamo in particolare la visita di Nanggala, un villaggio Toraja con grandi case e depositi del riso.

  • GIORNO
    13

    TANA TORAJA/MAKASSAR

    Prima colazione. Viaggio di rientro verso l’aeroporto di Makassar

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Obbligatorio. È gratuito e si può ottenere in uno degli aeroporti internazionali indonesiani.

HOTEL PREVISTI

Categoria Superior

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Minimo 2 persone: € 2.990,00

Supplemento per camera singola: € 690,00

DOCUMENTI

Occorre un passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio. Inoltre occorrono 2 foto formato tessera e 2 moduli compilati.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Trasferimenti e sistemazioni come da programma, trattamento da programma, visite ed escursioni come indicate nell’itinerario, guide locali che parlano italiano/inglese, ingressi per tutta la durata del viaggio, documentazione e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Voli internazionali, visto, pasti non previsti, mance, bevande, altre spese di carattere personale e quanto altro non indicato in “La quota base comprende”.

 

IMPORTANTE

L’ordine delle escursioni può essere modificato per un migliore sviluppo dell’itinerario a seconda delle condizioni climatiche e orari dei voli.