I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Laos e Cambogia: regni d’acqua

Un viaggio per chi vuole approfondire la conoscenza di questi regni nati a seguito della seconda guerra mondiale quando si tentò di definire gli assetti dell’intera regione indocinese. L’itinerario inizia in Laos, interamente montuoso con ricche valli alluvionali dove si trovano piccoli villaggi di montagna in cui vivono gruppi etnici che hanno potuto conservare le antiche tradizioni, protetti da una natura vigorosa e templi buddisti dalle linee purissime tra i più belli di tutta l’Indocina. Si prosegue poi in Cambogia per giungere agli straordinari templi di Angkor, il centro principale del regno e dell’arte Khmer. Nelle località minori alloggeremo nelle migliori strutture esistenti, anche se lo standard è in continuo cambiamento. Gli hotel risulteranno accoglienti, ma occorre comunque prevedere un adeguato spirito di adattamento totalmente ripagato dalla bellezza dei luoghi meno battuti dal turismo di massa.

Costo

A partire da € 2.600

Durata

12gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Da prenotare entro il

31/12/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Vientiane, Luang Prabang, Champasak, Don Khong, Kratie, Kompong Thom, Siem Reap, Phnom Penh

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    VIENTIANE

    Arrivo all'aeroporto di Vientiane, trasferimento in hotel e tempo per il riposo. Seconda colazione e nel pomeriggio visita orientativa di Vientiane, la capitale del Laos. È una piccola città d'altri tempi dove il "tempo" sembra fluire in modo inverso e dove l'atmosfera è incredibilmente tranquilla, nonostante la vicinanza con la congestionata Tailandia che si trova appena aldilà del ponte dell'Amicizia costruito sul Mekong nel 1994. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    2

    VIENTIANE / LUANG PRABANG

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Luang Prabang, la città che un tempo fu capitale del potente regno di Lan Xang (milioni di elefanti, 1353-1694) e inserita dall'Unesco nell'elenco dei siti considerati "patrimonio dell'umanità". Seconda colazione in ristorante locale ed inizio delle visite. Cena libera e pernottamento.

    Il grande regno DI Lan Xang, fra i più vasti del sud-est asiatico, estese il suo potere su gran parte dell'altopiano di Khorat nell'attuale Tailandia. Il sovrano Sulinya Vongsa, ultimo re di Lan Xang, morì senza lasciare eredi nel 1694. A quest'epoca risale il disfacimento dell'impero che nessuno seppe gestire non promuovendo il confronto con le tribù locali. Seguirono anni di lotte intestine e con i vicini Tailandesi e Vietnamiti. Iniziò un esodo delle popolazioni, soprattutto in Tailandia ed il Laos divenne povero, spopolato, ignorato anche dalla colonizzazione francese che lo considerò poco più di uno stato-cuscinetto.

    Oggi il Laos è una repubblica democratica popolare che tenta di evolversi economicamente pur sempre restando nell'ambito di un territorio inospitale e fortemente dipendente dall'andamento climatico. Gli abitanti di Luang Prabang conducono una vita modesta, senza i comfort cui è ormai abituata la civiltà occidentale. Sebbene il paese non sia facilmente percorribile molti viaggiatori vi giungono, attratti dai templi storici che sono il retaggio di un passato glorioso, dal paesaggio, dall'atmosfera semplice e rurale, ma soprattutto dai Lao, gli abitanti di questa terra che non ha mai voluto essere considerata una appendice della Tailandia o del Vietnam.

  • GIORNO
    3

    LUANG PRABANG

    Prima colazione. Giornata di visita. Ricordiamo il superbo Vat Visoun, fra i più antichi templi in uso con lo stupa dalla caratteristica forma emisferica, il Vat Xieng Thong costruito secondo il più puro stile classico laotiano. Le grotte di Pak Ou dove si giunge navigando un breve tratto del fiume Mekong. Ed ancora escursione nelle località attorno a Luang Prabang dove vivono vari gruppi etnici. Tra questi in particolare ricordiamo l'etnia H'Mong, irriducibili guerrieri e coltivatori del papavero da oppio che hanno ora abbandonato le antiche consuetudini ma conservano intatto il fiero portamento. Seconda colazione in corso di visita. Cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    LUANG PRABANG / PAKSE (CHAMPASAK)

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Pakse, nel sud del Paese, alla confluenza dei fiumi Mekong e Don. Pakse fu fondata dai Francesi nel 1906 ed è un centro di grandi commerci per via della vicinanza della frontiera con la Tailandia. Le zone limitrofe offrono bellissimi paesaggi e Pakse è un ottimo punto di partenza per numerose escursioni. Seconda colazione.

    Partenza per Champasak, sulla sponda occidentale del Mekong, per visitare il Vat Phou di origine Khmer del regno Cenla eretto in onore del dio Shiva (circa un'ora di viaggio). Gli imperatori di Angkor considerarono questo luogo il loro "tempio dinastico". Fu Jayavarman IV che nella prima metà del X secolo diede inizio ai grandiosi lavori di cui oggi restano imponenti vestigia. Una "via sacra" lunga 800 metri ascende dal bacino artificiale, passando tra due grandi santuari a base rettangolare, fino al culmine dove si erge il tempio.

    La visita del sito è una continua scoperta di statue e grandiosi bassorilievi scolpiti nella viva roccia e contornati da una natura ancora non assoggettata. La magia dell'ambiente si estende fino alle rive del fiume dove il corso del Mekong si allarga per accogliere l'isola di Daeng dove gli abitanti traggono la vita dalla pesca e dalle colture tropicali. Rientro a Pakse per la cena ed il pernottamento.

  • GIORNO
    5

    PAKSE / DON KHONG (ISOLA DI KHONG)

    Prima colazione e proseguimento verso sud fino a raggiungere Don Khong, la grande isola del delta interno del Mekong (regione di Si Phan Don) dove il tempo pare essersi arrestato. Seconda colazione in ristorante locale. Visita della regione alla scoperta dei suoi aspetti più suggestivi e spettacolari, come le imponenti cateratte del Mekong che qui offre uno dei suoi scenari più belli. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    DON KHONG / KRATIE (DAL LAOS ALLA CAMBOGIA)

    Prima colazione e navigazione alla ricerca degli ultimi esemplari di delfini del fiume e visita delle cascate di Phapheng. Proseguimento navigando il fiume verso il confine cambogiano, attesa per le procedure doganali e proseguimento fino a Stung Treng, il primo capoluogo di provincia cambogiano. Arrivo nella cittadina coloniale di Kratie, sulla riva orientale del Mekong e sistemazione in hotel. Seconda colazione e cena in ristoranti locali. Pernottamento.

  • GIORNO
    7

    KRATIE / KOMPONG THOM

    Prima colazione e partenza per Kompong Thom. Lungo il percorso sosta per la visita del tempio Vat Nokor, importante luogo di culto buddista e centro monastico angkoriano. Nel tardo pomeriggio arrivo a Kompong Thom. Seconda colazione e cena in ristoranti locali. Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    KAMPONG THOM / SAMBO PREI KUK / BEUNG MEALEA / SIEM REAP

    Prima colazione molto presto e partenza per la visita dei templi di Sambo Prei Kuk o Isanapura, la prima città-tempio della regione. Sono 170 templi che si trovano a soli 35 Km da Kompong Thom, nascosti nella foresta e divisi in tre gruppi principali: i templi meridionali Neak Poan che ne includono 22; i templi centrali Prasat Tor che ne includono 19; i templi settentrionali Sambo Prei Kuk che ne includono 20. A questi va a sommarsi un nuovo gruppo di templi molto speciale situato a nord-ovest chiamato Krol Romeas visitabile da poco. Anche questi sono templi pre-angkoriani costruiti in mattoni e antecedenti il IX secolo durante le dinastie dei Chenla che danno poi origine alla grande civiltà Khmer. La città di Isanapura, costruita in legno è scomparsa ma restano i templi dedicati al Brahamanesimo fondato sul culto di Shiva.

    Sulla strada per raggiungere Siem Reap sosta per la visita dei templi di Beung Mealea, altri magnifici esempi d'arte pre-angkoriana inglobati dalla giungla in un insieme surreale. Nel 2004 il regista francese Jacques Annaud girò A Beung Mealea alcune scene del suo film "I due fratelli". Seconda colazione in corso di viaggio. Arrivo a Siem Reap in serata. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    9

    SIEM REAP

    Mezza pensione (seconde colazioni). Primo giorno dedicato alla visita dei templi iniziando da Angkor Tom, ultima capitale fortificata del regno Khmer. I resti si estendono su 10 Kmq con il Bayon, un enorme tempio buddista adornato da una profusione di bassorilievi. Ed ancora visita dell'Angkor Vat, il tempio più bello e più celebre, certamente il tempio più grande del mondo. Il Ta Prohm è l'unico tempio della zona visitabile che è stato lasciato così come apparve ai primi esploratori francesi del 19° secolo, con i monumenti imponenti coperti dalle radici gigantesche di alberi secolari. Ed ancora il Ta Keo raffigurante un colossale mandala tridimensionale e molti altri templi induisti e buddisti, pagode, vasche, piazze e terrazze i cui nomi assumeranno importanza solo dopo averli visitati come la terrazza degli elefanti e dei lebbrosi, il Bapuon, Bantay Srei, Bantay Samre ed il Bantay Kdei.

  • GIORNO
    10

    SIEM REAP

    Mezza pensione (seconde colazioni). Secondo giorno dedicato alla visita dei templi del regno Khmer. L'infaticabile attività costruttiva del re Yayavarman VII diede origine al Ta Prohm, eretto nel 1186. Davanti ai nostri occhi tutta la plasticità, l'eleganza, la spiritualità estrema dell'arte Khmer nel suo momento più eccelso. Chiuso da una cinta esterna lunga un chilometro e larga 600 metri con porte d'accesso dominate da torri con i volti del Buddha, più che un tempio è un insieme di gallerie, di sale, di cappelle a costituire un immenso monastero buddista. Alcuni documenti attestano che nel tempio soggiornavano 79.000 persone che traevano sostentamento dal possesso di 3.100 villaggi che il sovrano aveva dedicato al tempio stesso.

  • GIORNO
    11

    SIEM REAP

    Prima colazione e partenza per Phnom Penh. Inizio delle visite della capitale cambogiana. Ricordiamo il Palazzo Reale, la S21 prigione simbolo del genocidio del periodo di Pol Pot ed il mercato russo. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    12

    PHNOM PENH

    Prima colazione e completamento delle visite della capitale cambogiana. In tempo utile trasferimento in aeroporto per la partenza.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Laos: Obbligatorio. Si ottiene all’arrivo in aeroporto (USD 35).

Cambogia: Obbligatorio. Si ottiene all’arrivo in aeroporto (USD 30).

HOTEL PREVISTI

Categoria Standard/Boutique Hotel

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Minimo 2 persone: € 3.050,00

Minimo 4 persone: € 2.500,00

Supplemento camera singola: € 429,00

Riduzione da maggio a settembre: € 50,00

Supplemento guida di lingua italiana: su richiesta

Supplemento early check-in/late check-out: su richiesta

DOCUMENTI

Occorre un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio e 4 foto formato tessera.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (copre circa il 4% del totale)

Cambi applicati: 1 USD = 0,85 € – Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza.

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Voli interni, hotel menzionati, trasferimenti e sistemazioni come da programma, trattamento da programma, guide locali parlanti inglese/francese in Laos ed italiano in Cambogia, assicurazione inter-assistance, documentazione e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Viaggio aereo internazionale, pasti non menzionati, bevande, mance, tasse aeroportuali, spese personali e quanto altro non indicato in “La quota base comprende”.