I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Nepal: il sonam losar

Tra gennaio e febbraio si celebra una festa cerimoniale antichissima, con origini mitologiche nella dottrina sciamanica animista Bon, che l’avvento del buddismo, intorno al V secolo, ha assimilato completamente. In questo viaggio ci uniamo ai Tamang, fra i gruppi etnici di origine tibeto-birmana che abitano nella valle di Kathmandu la cui storia è poco conosciuta. Essi hanno mantenuto molti elementi della cultura originaria Bon che contempla spiriti e divinità, talismani, esorcismi e simboli da cui derivano molto pratiche buddiste più note come le bandiere di preghiera, lo sfregamento delle rocce sacre, i lembi di stoffa legati agli alberi e le trappole per gli spiriti maligni. Il Losar, con la luna nuova di febbraio, introduce il nuovo anno e questo viaggio è l’occasione da non mancare per salutarlo con entusiasmo insieme al popolo nepalese.

Il Nepal è sempre il magnifico paese che tutti immaginano: nonostante il terremoto del 2015 che ha procurato immenso dolore e distruzione, rimane molto da ammirare e godere e soprattutto rimane una popolazione cordiale e amichevole che con dignità e coraggio ha ripulito dalle macerie e sta ricostruendo tutto il possibile. In ogni modo soltanto 14 distretti di Kathmandu, su 75, hanno subito danni.

Costo

Su richiesta

Durata

10gg

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo, Viaggio evento

Da prenotare entro il

31/12/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Kathmandu, Pokhara

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    ITALIA / KATHMANDU

    Partenza con voli di linea. Notte in volo.

  • GIORNO
    2

    KATHMANDU

    Arrivo a Kathmandu. Disbrigo delle procedure di ingresso nel Paese e trasferimento in hotel. Pernottamento.

  • GIORNO
    3

    KATHMANDU (LOSAR)

    Prima colazione e partenza per Bodnath dove i lama, nei loro abiti tradizionali dai colori vivaci sfilano in processione per celebrare e propiziare il nuovo anno dove tutto si fa nuovo un'altra volta. Lo stupa di Bodhnat è il più grande del Nepal e fra i più grandi di tutto il mondo. Il terremoto del 2015 lo ha lievemente danneggiato ma i lavori di recupero sono in atto e lo stupa è quanto mai frequentato. Questi monumenti buddisti sono generalmente destinati alla custodia di reliquie e si crede che in quello di Bodhnat vi sia un frammento osseo del Buddha. Anche su questo stupa, ai quattro lati alla base della guglia, erano dipinti i grandi occhi onniveggenti del Buddha. L'epoca di costruzione dello stupa non è accertata ma appare probabile la sua realizzazione per volere del sovrano tibetano Songtsen Gampo, cui si deve l'introduzione del buddismo in Tibet. Attorno allo stupa sorgono numerosi "gompa", monasteri del buddismo tibetano, decorati con affreschi multicolori assai suggestivi.
    Seconda colazione in ristorante locale.
    Proseguimento per Patan, un tempo separata da Kathmandu ma ormai un tutt'uno con essa. Nella sua piazza Durbar si trovano templi di un'armonia stupefacente costruiti durante la dinastia Malla. Molti di questi sono stati distrutti come il Char Narayan Mandir, la statua di Yog Narendra Malla, il tempio Taleju, il tempio Hari Shanker, il tempio Uma Maheshwor e il tempio Machhindranath. Ma molto rimane e la ricostruzione è commovente perché si integra con le pratiche religiose più fervide del popolo nepalese. Il museo è aperto per le visite.
    Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    4

    KATHMANDU / POKHARA

    Dopo la prima colazione partenza per Pokhara, la fertile valle che si trova verso nord-ovest ai piedi dell'Annapurna, nel centro geografico del Nepal, affacciata sul delizioso lago Phewa. Seconda colazione in corso di viaggio. Pokhara non ha avuto alcun danno da terremoto. Pomeriggio dedicato alla visita di Pokhara con i suoi templi, le sue tipiche case e i molti negozietti lungo la via principale. Visita delle cascate di Devi, formate dal fiume Parti Khola, emissario del lago Phewa.
    Cena e pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    5

    POKHARA

    Partenza molto presto al mattino per Sarangkot che si trova nei dintorni di Pokhara a circa 1600 metri. Da qui si ha una splendida vista sulle vette himalaiane innevate dell'Annapurna, specialmente all'alba quando ogni giorno si rinnova il miracolo del sorgere del sole e le cime si mostrano scintillanti nella loro maestosità. Rientro in hotel per la prima colazione. Quindi visita del villaggio Tashling che ospita una comunità di rifugiati tibetani dedita alla tessitura di tappeti, al commercio di gioielli e prodotti artigianali. Seconda colazione in ristorante locale.

    Si prosegue con una rilassante navigazione sul lago Phewa, il secondo lago per estensione del Nepal. Il paesaggio che si ammira è sorprendente con le foreste verdissime sulle sponde e le montagne himalaiane con cime oltre gli 8000 che si specchiano nelle acque blu del lago.
    Cena e pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    6

    POKHARA

    Prim a colazione. Quindi partenza per la visita del tempio della pace nel mondo Shanti, che si trova su un'altura affacciata sul lago dalla parte occidentale della valle di Pokhara. La vista dalla collina di Ananda è spettacolare, di nuovo sull'intero lago, su Sarangkot e sulle cime dei monti. Lo stupa bianco si staglia nitido e le statue del Buddha invitano alla calma ed alla serenità trasformando l'esperienza del mondo ordinario in qualcosa di puro e tutte le emozioni in qualcosa di utile. Seconda colazione in ristorante locale.

    Nel pomeriggio visita del lago di Begnas che si trova sul lato sud-orientale della valle di Pokhara. Meno frequentato del lago Phewa, questo lago, immerso in una natura incontaminata, offre un'atmosfera tranquilla e rilassante.
    Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    7

    POKHARA / KATHMANDU

    Prima colazione. In tempo utile rientro a Kathmandu. Seconda colazione in corso di viaggio.
    Nel pomeriggio completamento delle visite nella capitale. Sosta alla Durbar Square. Dal terremoto del 2015 i lavori di ricostruzione procedono: le macerie non ci sono più e molti templi sono stati preservati. La casa della Kumari, la dea bambina, non è stata danneggiata, come non lo sono stati il tempio Taleju e quello di Jannath. Molti altri templi sono stati parzialmente danneggiati ma ancora perfettamente godibili.
    Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    KATHMANDU

    Prima colazione. Visita del tempio di Pashupatinath che, insieme ai ghat, non ha subito danni. Il tempio è consacrato appunto a Shiva Pashupati, ossia pastore di animali e di esseri umani. Si dice che questa divinità protegga le sorti del Nepal, tanto che il re la invoca in ogni discorso ufficiale e si reca in pellegrinaggio al tempio prima di intraprendere ogni viaggio. Ai fedeli non è consentito l'accesso al tempio con scarpe di cuoio (perché fatte con pelle di bovino, animale sacro), mentre a chi non professa la religione indu è del tutto vietato. Dall'esterno è comunque possibile scorgere la grande statua di Nandi, il toro veicolo di Shiva, risalente allo scorso secolo.

    La zona del tempio è di grande interesse per i visitatori: grandi folle di pellegrini provenienti da tutto il subcontinente indiano si susseguono portando fiori, incenso ed altre offerte al dio. Altri si immergono nel Bagmati, fiume considerato sacro. Lungo le sue sponde sorgono inoltre numerosi "ghat", ossia i luoghi dove avvengono le cremazioni: non è raro poter assistere ad una di tali cerimonie; sarà tuttavia opportuno tenersi ad una certa distanza, in segno di rispetto, e limitare l'uso di macchine fotografiche e videocamere.

    Seconda colazione in ristorante locale. Al termine si prosegue per Bhaktapur, la zona che ha subito i maggiori danni insieme alle Durbar Square di Kathmandu e Patan. In ogni modo la visita è ancora molto interessante e molti sono i monumenti e templi integri e finemente decorati che impressionano per la meticolosità degli artisti intagliatori che vi hanno lavorato. La pagoda Nyatapola, il palazzo reale o "palazzo delle 55 finestre", il tempio centrale di Changu Narayan sono solo alcuni dei monumenti da visitare in una atmosfera che non ha affatto perso l'atmosfera ed il sapore della storia nepalase.
    Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    9

    KATHMANDU

    Prima colazione e visita del tempio di Swayambunath, il tempio buddista più antico del Nepal le cui origini sono contemporanee alla vita stessa del Buddha. Anche questo meraviglioso tempio non è stato danneggiato. Accolti da grandi statue del Buddha vestite di rosso e da una infinità di scimmie si può salire sulla cima della collina con una lunga scala. Qui si trova il grande stupa ricoperto d'oro sormontato da un blocco quadrato che porta dipinti su ogni lato i grandi occhi indagatori ed ipnotici del Buddha che pare proteggere la città. Il naso a forma di punto interrogativo è il numero "uno", simbolo di unità; il terzo occhio è invece simbolo di una maggiore conoscenza. La base dello stupa dipinto di bianco simboleggia i quattro elementi della natura: acqua, aria, terra e fuoco mentre la parte oltre il blocco quadrato è composto da 13 gradinate piramidali concentriche a simboleggiare i 13 stadi che conducono al Nirvana rappresentato dall'ombrello, simbolo di regalità, posto sulla cima. Seconda colazione in ristorante locale.

    Al termine passeggiata nella famosa area di Tamel, centro del commercio e dell'arte da oltre 50 anni.
    Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    10

    KATHMANDU / ITALIA

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza per l'Italia con voli di linea. Arrivo in giornata.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Obbligatorio (occorre il passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio, 4 fototessere e un modulo di richiesta visto da compilare in inglese).

HOTEL PREVISTI

Su richiesta

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

Prezzi su richiesta

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (copre circa il 4% del totale)

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Su richiesta

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Su richiesta