I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Thailandia: triangolo d’oro ed estensione mare

Questo itinerario con Bangkok e il nord della Thailandia consente l’estensione al mare secondo una scelta molto ampia, durante tutto l’arco dell’anno.

Costo

Su richiesta

Durata

7gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Da prenotare entro il

31/12/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Bangkok, Chiang Rai, Chiang Mai e mare

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    BANGKOK

    Arrivo e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio visita dei templi di Bangkok ricordando il Wat Traimit, l'affascinante Wat Pho con il suo Buddha sdraiaito lungo 46 metri ed il Palazzo Reale con la famosa statua del Buddha di smeraldo. Pernottamento.

  • GIORNO
    2

    BANGKOK (DAMNERSADUAK E ROSE GARDEN)

    Prima colazione. Al mattino presto partenza per la visita del famoso mercato galleggiante del villaggio di Damnersaduak, il più vivace e pittoresco mercato galleggiante della Tailandia. Persone provenienti dai villaggi vicini arrivano attraverso le vie navigabili con i loro sampan carichi per vendere o barattare tutti i tipi di merci tra cui verdure, frutta e fiori, offrendo scene tipiche della vita di campagna in Thailandia.

    Dal mercato andiamo alla provincia di Nakorn Pathom, per visitare Phra Pathom Chedi, la più alta pagoda in Estremo Oriente. Riento a Bangkok. Nel pomeriggio visita del centro culturale Rose Garden per ammirare la cultura e le tradizioni tipiche tailandesi. Seconda colazione in corso di visita. Pernottamento.

  • GIORNO
    3

    BANGKOK / CHIANG RAI

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Chang Rai. Arrivo e trasferimento in hotel. Inizio delle visite di Chang Rai con il tempio bianco Rong Khun, il tempio del 13° secolo Pra Keaw e con il mercato locale. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    CHIANG RAI (MAE SAI / TRIANGOLO D'ORO)

    Prima colazione e visita di Maesai, una piccola cittadina situata all'estremo nord della Tailandia, sul confine con la Birmania. Sosta al mercato posto all'ingresso del ponte che immette oltre confine, dove si possono fare acquisti interessanti di articoli provenienti dalla Birmania e dalle zone limitrofe. Si raggiunge quindi Sop Ruak, nel cosiddetto "Triangolo d'Oro", famoso nel mondo per la coltivazione dell'oppio praticata dalle tribù della zona nel folto della giungla. Qui, alla confluenza del Sop Ruak col Mekong, si trova il punto d'incontro dei confini birmani, tailandesi e laotiani. Dopo la seconda colazione visita alla Opium House e del villaggio laotiano di Don Sao. Riento nel pomeriggio a Chang Rai. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    5

    CHIANG RAI / THA TON / CHIANG MAI

    Prima colazione. Al mattino partenza per raggiungere Baan-Ya-Pa, un villaggio abitato da tre diverse etnie, dove si potranno osservare i costumi e le tradizioni degli Akha, dei Lahu Shi Balah e dei Padong Long Neck Karen, le celebri donne dal collo a giraffa. Si prosegue quindi imbarcandosi su una motolancia per una crociera di un'ora e mezza circa da Baan Tha Ton a Baan Pa Tai, sul fiume Maekok.

    Arrivo e sosta per la seconda colazione in un ristorante della zona sulla riva del fiume Maekok (Maekok River Village Resort). Continuazione verso Chiang Mai. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    CHIANG MAI

    Prima colazione. Partenza per il monte Doi Suthep (1676 mt.) dove si trova il Wat Phra That Doi Suthep, costruito nel 1383 sotto il regno di Kue-Na. Si raggiunge la cima con una funicolare, dalla sommità del Doi Suthep si apre un panorama suggestivo su tutta la piana di Chiang Mai. Per la discesa dal tempio si percorre una gradinata di 300 scalini affiancata da due "Naga" dragoni con testa di serpente. Possibilità di acquistare prodotti dell'artigianato locale nel mercatino situato ai piedi del tempio.

    Seconda colazione e pomeriggio libero per godersi a piedi la caratteristica Chiang Mai ed il suo centro con i templi in stile Lanna di Wat Suan Dok e Wat Phra Singh. Cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    7

    CHIANG MAI / ESTENSIONI MARE A SCELTA

    Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per l'isola prescelta (possibile anche l'estensione in Cambogia per visitare Angkor).

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Non è necessario per soggiorni inferiori ai 30 giorni

HOTEL PREVISTI

Su richiesta

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

Prezzi su richiesta

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (copre circa il 4% del totale)

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Su richiesta

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Su richiesta

Estensione mare in Thailandia

GOLFO DI THAILANDIA

 

HUA HIN

A meno di 230 km da Bangkok, raggiungibile in auto in circa due ore mezza è la località ideale per godersi la vita di mare in tutta tranquillità, un luogo adatto alle famiglie, ben lontano dallo smog e dalla confusione di altre località balneari invase dal turismo di massa. Una decina di chilometri più a sud di Hua-Hin si trovano le splendide spiagge di Hat Khao Takiap, Suan Son e Khao Tao. Per un soggiorno in totale relax, appena fuori da Hua Hin, proponiamo il Dusit Hua Hin Resort (5*) che unisce la modernità di i tutti comfort con la cortese ospitalità Thai. Inoltre suggeriamo il piccolo boutique hotel Casa del Mare, esclusivo e tradizionale oltre all’ l’Anantara Resort che fa parte del gruppo Small Luxury Hotel, senz’altro molto molto bello.

 

KO CHANG

Si raggiunge l’isola arrivando in volo da Bangkok presso il delizioso aeroporto di Trat e poi proseguendo con un ferry per circa 30 minuti. Quest’isola, molto estesa rispetto alle altre che fanno parte del parco marino omonimo si sta proponendo al turismo internazionale al pari di Phuket trent’anni fa. Al momento sono poche le strutture che consentono un buon livello di soggiorno e tra queste segnalaimo il bellissimo Amari Emerald Cove. L’isola è abbastanza grande da consentire alcune visite interessanti anche all’interno come le belle cascate, ben tre, piccoli centri abitati ed il caratteristico villaggio di pescatori addossato al lungo pontile.

 

KO KOOD

È l’isola più distante dal litorale di Trat. È rimasta inaccessibile per svariati anni a causa di problemi politici avuti in passato con la Cambogia ed è per questo che è ancora incontaminata dal turismo di massa. È prevalentemente montuosa e ricoperta da foreste di mangrovie, ricca di ruscelli e cascate che ne fanno un ambiente affascinante e misterioso. Naturalmente l’isola offre anche moltissime spiagge di sabbia corallina, mare cristallino e una gran varietà di coralli e vita sottomarina. I principali luoghi da visitare sono Khlong Jao Waterfall, la cascata più famosa dell’isola, con ben tre salti e dove è possibile fare un bagno rigenerante sotto le sue acque fredde. Rang Isles, un isolotto a 6 km ad ovest ottimo punto per le immersioni e lo snorkling. Suggeriamo il resort Shantaa Koh Kood, il Captain Hook Resort e l’Aow Noi Resort.

 

KO MAK

Situata a est del golfo della Tailandia, fa parte di un arcipelago di 9 isolette chiamato Moo Koh Maak, di cui solo quattro sono abitate. Prevalentemente pianeggiante è ricoperta da palme da cocco e alberi della gomma, circondata da chilometri di spiagge bianche e acqua cristallina che sono la vera attrazione di questo paradiso tropicale.
Durante la bassa marea si può raggiungere l’isola di Kham attraverso una sottile lingua di sabbia che forma un passaggio naturale. La spiaggia più bella è quella di Ao Suan Yai da dove è possibile ammirate Koh Raet e Koh Phee e da dove si gode uno strabiliante tramonto. L’altra spiaggia imporante è Ao Khao, luogo preferito dai pescatori locali che gettano le loro lenze presso i “reefs” ricchissimi di pesce. Suggeriamo il Koh Mak Panorama Resort.

 

KO SAMUI

Quest’isoletta situata nel Golfo del Siam, nell’arcipelago di Ang Thong, è stata per anni il paradiso dei giovani “hippies” che ne avevano fatto la loro meta esclusiva. Scoperta da pochi anni dal turismo di massa, è diventata in poco tempo l’alternativa naturale a Phuket soprattutto nel periodo della stagione delle piogge estive quando le montagne della penisola di Khra proteggono il Golfo del Siam dalle piogge battenti di Luglio ed Agosto. Quest’isoletta coperta di verdi foreste offre oggi anche strutture alberghiere di ottimo livello e la suggeriamo al pubblico italiano per le classiche vacanze estive.

MARE DELLE ANDAMANE

 

PHUKET

La “Perla delle Andamane” come è conosciuta in tutto il mondo, offre chilometri di spiagge bianchissime, strutture alberghiere di altissimo livello e ville esclusive, un entroterra di vegetazione tropicale rigogliosa, angoli di pace e tranquillità dove abbandonarsi ad un meritato relax, e luoghi di incontro per i forzati della notte brava, dove ristoranti, bar, discoteche e mercatini notturni attendono coloro che amano far l’alba divertendosi. A Phuket ciascuno può trovare una vacanza a sua dimensione.
Suggeriamo il Kata Thani ed il Meridien che hanno spiaggia propria.

 

PHI PHI

Island Vi si giunge con un trasferimento in battello da Krabi. Il mare stupendo è costellato da altri isolotti dove recarsi in tutta tranquillità. Vi si trovano spiagge di sabbia bianchissima per bagni di sole e di mare memorabili. Poco distante si trova anche Phi Phi Le, l’isola dei coralli con la “Grotta dei Vichinghi, dove si possono osservare degli affreschi che, si presume, appartengano ad antichi uomini del mare. Inoltre stalattiti multicolori e centinaia di canne di bambù appoggiate alle pareti della grotta utilizzati per la raccolta dei nidi di rondine, piatto pregiatissimo della cucina orientale. Questo mare è l’ideale per l’esplorazione, con maschera e boccaglio, dei fondali ricchi di coralli e pesci multicolori.

Suggeriamo lo Zeavola Resort, un eco-resort di livello superiore che si trova sulla punta nord di Phi Phi (un’ora di barca sia da Phuket che da Krabi).

 

KO LANTA

L’isola di Koh Lanta Yai è situata 70 km a sud di Krabi, nella parte orientale nella baia di Phang Nga. Lunga 27 km, quasi interamente coperta da una straordinaria foresta pluviale, è celebre per le sue coste orlate da spiagge bianchissime e un mare cristallino ancora incontaminato. Vi si trova un ambiente multiculturale e multireligioso che offre l’opportunità di incontrare la vita rurale tailandese godendo delle sue spiagge e delle colline coperte di fitta vegetazione, esplorando le sue grotte o ammirando le barriere coralline poco lontane. Fa parte di un arcipelago formato da altre 52 isole di cui solo 12 sono abitate, quattro delle quali accessibili, Koh Klang, Koh Bubu, Koh Lanta Yai and Koh Lanta Noi. Koh Lanta Yai, la più grande, si puó raggiungere da vari punti della provincia. Ci sono diversi battelli che partono da Chaofa Ship-berth, Khongkha Road, Krabi Town così come da Ban Hua Hin sulla terraferma a est di Lanta, da Ban Baw Meuang più a sud, da Koh Phi Phi Don e da Koh Jam.

Suggeriamo il il Layana Resort and Spa, il Baan Lanta Resort & Spa, il Twin Lotus Resort and Spa, e, per un approccio più ecologico, il Narima Bungalow Resort.

 

IL PARCO MARINO DI KO TARUTAO

È un arcipelago di 51 isole che si estendono nel Mar delle Andamane, a pochi chilometri dal confine malese sul versante occidentale della Tailandia. Il parco è il luogo di nidificazione di ben quattro specie di tartarughe marine, offre bellissime spiagge, barriere coralline e una ricca fauna marina. Si raggiunge con un volo interno da Bangkok a Hat Yai e un’ora di bus fino al porto di Pak Bara. Da Pak Bara si parte in barca per Piante Malak, sull’isola di Tarutao. Per le sistemazioni nel parco marino, sull’isola di Adang o di Lipe, è responsabile il Dipartimento del Parco Nazionale. Le sistemazioni sono molto spartane, adatte a giovani con grande spirito di adattamento. Esiste anche la possibilità di soggiornare in un buon resort sull’isola di Koh Bulon, il Pansand Resort. Da qui si possono vistare comodamente le altre isole dell’arcipelago.

Per i viaggiatori più esigenti proponiamo delle bellissime crociere in partenza da Phuket che effettuano una navigazione di 5 e più giorni consentendo di esplorare luoghi dalla bellezza inesprimibile.

 

KHAO LAK

Graziosa località turistica a 80 km di strada dall’aeroporto di Phuket, nella provincia di Phang Nga, a ridosso del Parco Nazionale Khao Lak/Nam Roo. Normalmente si intende per “Khao Lak” una porzione di territorio che va da Thai Muang (a Sud) a Kuraburi (a Nord), sono una serie di piccole e grandi spiagge bianchissime orlate di palme, mare cristallino e pochi alberghi (per ora). Il Parco Nazionale si estende per 125 km quadrati alle spalle della zona costiera, ed offre foresta vergine, cascate, ed una grande varieta di flora e fauna, il che consente al turista anche di poter effettuare passeggiate nella foresta e trekking in alternativa alla semplice vacanza mare. Inoltre per gli appassionati, il Thai Muang Beach Golf Course and Country Club propone un campo a 18 buche par 72, che uno dei pochi esempi di percorso costiero (link) in Thailandia.
Le strutture alberghiere sono poche ma di livello medio-alto, ed è già in progetto la costruzione di nuove strutture di lusso.
Data la breve distanza dall’aeroporto di Phuket, la riteniamo l’alternativa naturale alla più caotica Phuket per gli amanti del relax e del silenzio. Suggeriamo Il Sorojin Resort ed il Flora Resort.

 

KRABI

Krabi è una località turistica emergente, affacciata sul mare delle Andatane, che sta vivendo uno sviluppo sia turistico che organizzativo solo da alcuni anni. Infatti sono stati già aperti alcuni alberghi, negozi e ristoranti che posizionano Krabi tra quelle aeree, pur non aggredite dal turismo di massa, già pienamente idonee ad accogliere un turismo internazionale e qualificato. Krabi è collegata a Bangkok con voli giornalieri, si trova ai margini del parco Nazionale di Khao Panom Benya e molto vicina a magnifiche isole ed isolotti dalle spiagge bianche lambite da un mare cristallino. Per questo Krabi è molto apprezzata da chi ama il relax in un ambiente naturale rigoglioso e vario.