fbpx
I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Uzbekistan e le sue meraviglie

L’Uzbekistan è un paese al passo con i tempi, pronto a narrarci una grandiosa evoluzione culturale. Questo territorio centro-asiatico ha visto per oltre 700 anni il passaggio delle ricche carovane che trasportavano ideologie e le merci più disparate dall’estremo oriente alle civiltà del Mediterraneo. Quel che oggi possiamo ammirare è un ricco patrimonio architettonico perfettamente integro oltre all’amicizia del popolo uzbeco, caloroso e ospitale.
L’itinerario si snoda nella regione conosciuta come Transoxiana, il territorio attraversato dal grande fiume Amu Darya, uno dei quattro fiumi che sgorga dal Paradiso e che un tempo segnava i confini tra potenti canati. Gengis Khan, l’imbattibile condottiero mongolo, combatté qui le sue battaglie più feroci. Il viaggio è molto interessante e adatto a tutti. Non ci sono trasferimenti molto pesanti: le uniche eccezioni sono il percorso da Khiva a Bukhara e da Bukhara a Samarcanda.

Costo

A partire da € 790,00

Durata

7gg

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo

Per partenze entro il

31/12/2019

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Tashkent, Khiva, Bukhara, Shakhrisab, Samarcanda

CALENDARIO DELLE PARTENZE 2019

 

MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE
Martedì 5 Martedì 16 Martedì 14 Martedì 4 Martedì 23 Martedì 13 Martedì 3 Martedì 8 Martedì 5
Martedì 19 Martedì 23 Martedì 28 Martedì 11 Martedì 30 Martedì 20 Martedì 7 Martedì 29 Martedì 12
Martedì 30
  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    TASHKENT/URGENCH/KHIVA

    Arrivo a Tashkent di primo mattino e, dopo il disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida e trasferimento in hotel.

    Sistemazione nelle camere riservate e tempo per il riposo. Prima colazione in hotel. “Fortezza di pietra” è il significato di Tashkent, la moderna capitale che con i suoi due milioni di abitanti è la più grande dell’Asia Centrale, situata in una vasta pianura ai piedi dei monti Chatkal.

    Tashkent è una capitale tranquilla e ariosa che oltre la sovietizzazione che ne ha caratterizzato aspetto e struttura, conserva ancora piazze e giardini, viali alberati oltre i quali si stagliano suggestioni architettoniche e monumenti moderni. Panoramica della città vecchia con la Madrassa Barkhan nella Piazza Khast Imam che con le sue moschee rappresenta il cuore religioso della città, il Bazar Chorsu e della città nuova con la Piazza dell’Indipendenza, del Teatro Alisher Navoi e di Tamerlano. Al termine visita ad alcune stazioni della metropolitana, la settima ad essere aperta in Unione Sovietica nel 1977.

    Trasferimento all’aeroporto e partenza in volo per Urgench. Arrivo ad Urgench, trasferimento a Khiva (30 km). Sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    2

    KHIVA

    Prima colazione.

    Intera giornata dedicata alla visita di Khiva, la più intatta e remota città della Via della Seta in Asia Centrale con il complesso di Ichan Kala, fortezza con molti minareti circondati da cupole e edifici che testimoniano la ricca tradizione architettonica orientale, la Madrassa di Amin Khan, risalente alla seconda metà del 1800 e considerata una delle più grandi scuole coraniche, capace di ospitare fino a 250 studenti, la bellissima Moschea Juma (del Venerdì) con le sue 218 colonne di legno e il Bazar; visita della Fortezza Vecchia “Kunya Ark”, in cui il sultano aveva il proprio harem, le prigioni, le stalle, l’arsenale e la moschea.

    Tra gli altri monumenti d’interesse il Mausoleo Pakhlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, patrono della città, uno dei luoghi più belli della città per il suo cortile e le colorate piastrelle di ceramica, la bellissima Madrassa Islam Kohja del 1908 e il palazzo Tosh-Howvli (casa di pietra) impreziosito da sfarzose decorazioni interne in ceramica, pietra e legno intagliati, residenza costruita da Allah Kuli Khan tra il 1832 e il 1841 come alternativa a Kunya Ark. Cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    3

    KHIVA/BUKHARA (480 KM)

    Prima colazione.

    Partenza per Bukhara (480 km, 7-8 ore). Il percorso attraversa il deserto del Kyzyl Kum nella regione di Khorezm, lungo la via che si snoda ai margini del grande letto del fiume Amu Darya, che attraversa il “deserto rosso”, il Kyzyl Kum, una vasta piana coperta di dune sabbiose.

    Proprio questo era l’antico fiume Oxus descritto da Erodoto e incontrato da Alessandro Magno: non sempre le sue acque sono visibili in questo tratto di percorso, spesso segnato piuttosto da un grande alveo in secca, che regala ugualmente, tuttavia, un paesaggio di insolita bellezza. La durata del viaggio è di 8 ore circa (soste comprese). Arrivo a Bukhara. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    4

    BUKHARA

    Prima colazione.

    Intera giornata dedicata alla visita di Bukhara, città museo sopravvissuta nel tempo: la fortezza di Ark, l’antica città reale, del prezioso mausoleo di Ismail Samani del 905, uno dei monumenti più raffinati del paese, luogo di riposo del fondatore della dinastia Samanide, ultima dinastia persiana a regnare in Asia Centrale e accanto a esso il Chashma Ayub, luogo sacro con l’acqua della “sorgente di Giobbe” ritenuta curativa; il complesso Poi-Kalyan con il suo bellissimo minareto, intatto da 880 anni, il bazar coperto, che ricorda gli antichi negozi e le case dei mercanti di cappelli e gioielli, il Magok I –Atori, ex monastero buddista divenuto moschea che introduce al complesso Lyabi-Hauz, bella piazza attorno a una grande piscina, il cuore e il centro catalizzatore della città.

    Qui ogni giorno ci si incontra, si discute, si gioca al “nardi”, diffusissima variante locale del backgammon. Accanto alla piazza, tra le scuole coraniche si distinguono la Madrassa Kukeldash, che fu un tempo la più importante del paese e la Madrassa Divan-begi, accanto alla quale si trova un khanaka, antico rifugio per Sufi itineranti. Cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    5

    BUKHARA/SAMARCANDA (295 Km)

    Prima colazione.

    Partenza per Samarcanda (295 km, 4-5 ore) attraverso uno scenario di campi e colline, vigneti e rigogliosi paesaggi. Arrivo a Samarcanda, trasferimento in hotel per sistemazione nelle camere riservate. Samarcanda - Marakanda per i greci di Alessandro Magno, che la conquistò nel 329 - è la città più antica e conosciuta dell’Asia Centrale, fondata nel V secolo a.C. nei pressi di un’oasi nella valle del fiume Zervashan e fiorente centro di commerci sulla Via della Seta sin dall’antichità.

    Le visite iniziano con il Mausoleo di Gur Emir che ospita la tomba di Tamerlano e quelle dei suoi familiari, la bellissima Piazza Registan, cuore della città, con le sue imponenti madrasse azzurre, la Moschea di Bibi Khanum e sosta al colorato e brulicante mercato Siab a essa attiguo. Il mausoleo di Gur Emir, dedicato a Tamerlano, la cui spoglie sono qui custodite assieme a quelle di tutta la famiglia, occupa un posto fondamentale nella storia dell’architettura islamica come edificio precursore e modello per le posteriori grandi tombe dell’architettura Moghul in india tra cui il noto Taj Mahal di Agra.

    Prosecuzione con la visita della necropoli dei nobili Shaki Zinda, monumento funebre che non ha uguali in tutta l'Asia centrale. Cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    6

    SAMARCANDA/TASHKENT (290 KM)

    Pensione completa.

    Visita all’Osservatorio di Ulugbek, regnante e astronomo, nipote di Tamerlano. Recentemente restaurato, l’osservatorio è considerato uno dei più antichi del mondo islamico e custodisce tra gli strumenti anche un immenso astrolabio alto più di 30 metri.

    Prosecuzione delle visite con il mausoleo di San Daniele (Hodja Donyior), in cui Tamerlano fece portare parte delle ceneri del Santo dalla tomba di Sush, in Iran, perché Samarcanda acquisisse importanza anche dal punto di vista religioso e il Museo Afrasiab, che narra la storia antichissima della città di Samarcanda e della provincia persiana di Sogdiana di cui era il cuore.

    Alle 16:00 trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Tashkent con il treno veloce “Afrosiab”. Arrivo a Tashkent, cena in ristorante locale.

    Pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    7

    TASHKENT/ITALIA

    In tempo utile, trasferimento in aeroporto per il volo di rientro previsto.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Uzbekistan: Obbligatorio, valido per un solo ingresso nel paese. Costo: da € 75,00.

HOTEL PREVISTI

Hotel tradizionali 3 stelle superior e 4 stelle

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

La data di partenza viene riconfermata con un minimo di 4 partecipanti, in caso contrario verrà applicato il supplemento per viaggio individuale.

 

Minimo 2 persone: € 790,00

Supplemento per camera singola: € 140,00

Supplemento pensione completa: € 65,00

Supplemento viaggio individuale: € 155,00

Tassa di soggiorno: € 40,00

Volo interno da Urgench a Tashkent da: € 80,00

DOCUMENTI

Occorre un passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio. Servono inoltre 2 fototessera e 2 moduli compilati.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

Cambi applicati: 1 USD = 0,87 €. Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza.

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Volo interno, hotel come selezionati, trasferimenti privati in base al numero dei partecipanti, trattamento di mezza pensione (cena), facchinaggi, acqua minerale durante i lunghi trasferimenti, visite ed escursioni come indicate nell’itinerario, esperto accompagnatore/guida locale che parla italiano per tutta la durata del viaggio, documentazione e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Voli internazionali, visto, pasti non previsti, mance, bevande, altre spese di carattere personale e quanto altro non indicato in “La quota base comprende”.

 

IMPORTANTE

L’ordine delle escursioni può essere modificato per un migliore sviluppo dell’itinerario a seconda delle condizioni climatiche e degli orari dei voli.