I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Uzbekistan e Turkmenistan: tra cielo e colori d’Asia

Viaggio alla scoperta dei tesori di Tamerlano nell’altra Mesopotamia attraverso l’Uzbekistan una terra tra due fiumi, distesa lungo la via della seta, dove passavano merci ma anche concetti filosofici, artistici, religiosi e politici. Il nostro itinerario include anche la visita dei siti più interessanti del Turkmenistan: l’antica Merv, o Margiana, e Nicea, la città dei Parti, la popolazione nomade che respinse le truppe di Alessandro Magno.

Costo

A partire da € 2.454,00

Durata

11gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Per partenze entro il

31/12/2018

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Tashkent, Samarcanda, Bukhara, Khiva, Ashgabat, Mary

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    TASHKENT

    Arrivo all'aeroporto di Tashkent, disbrigo delle procedure di ingresso nel Paese, ritiro del bagaglio e incontro con il nostro rappresentante. Trasferimento in hotel ed inizio delle visite della capitale con la città antica, il Museo di Arti Applicate, la piazza del teatro e quella di Amir Temur. Seconda colazione e cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    2

    TASHKENT / SAMARCANDA

    Sveglia di primo mattino e box per la prima colazione. Trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza in treno per Samarcanda (08.00/10.08). Intero giorno dedicato alla visita della bellissima città menzionata per la prima volta dai Greci con il nome di Maracanda. A differenza di Bukhara che si trova ai margini del deserto, Samarcanda ha l'aspetto di una città-giardino con le sue cupole a cipolla turchese e verdi, gli svettanti minareti e le sue belle maioliche colorate che scintillano al sole creando sensazioni magiche d'altri tempi che stupiscono le attese più esigenti. Si visitano innumerevoli monumenti e soprattutto le tre madrase che si affacciano su piazza Registan o piazza del Mercato, uno dei complessi architettonici più famosi al mondo.

    A Samarcanda si ha la sensazione di essere al centro del mondo, la visione è sconcertante, illusoria, teatralmente scenografica. Si visitano: la grande moschea di Bibi Khanym, moglie di Tamerlano; il complesso della necropoli di Shah I Zindeh grande meta di pellegrinaggi; i resti dell'osservatorio di Ulug-beg, nipote di Tamerlano, re astronomo del XIV sec. che scoprì più di mille stelle; un piccolo museo affascinante e il mausoleo dello stesso Tamerlano. Seconda colazione in ristorante locale. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento.

  • GIORNO
    3

    SAMARCANDA / SHAKRISABZ / BUKHARA (430 KM 7/8 ORE)

    Prima colazione e partenza per Bukhara. Lungo il percorso sosta per la visita di Shakhrisabz, città natale del grande conquistatore Tamerlano (alcuni siti della città di Shakhrisabz sono attualmente sotto parziale restauro), discendente dalla famiglia di Gengis Khan. Visita del Palazzo Ak Saray, del complesso Dorut Saodat, del Mausoleo Jahongir e del complesso Dorut Tillovat. Seconda colazione in ristorante locale e proseguimento per Bukhara. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento.

  • GIORNO
    4

    BUKHARA

    Prima colazione ed intero giorno dedicato alla visita della città, ricca di monumenti che testimoniano l'antico splendore quando da qui regnarono Samanidi, Turchi, Selgiuchidi, Mongoli, Timuridi e Uzbechi. La cittadella si trova al centro e ai suoi piedi c'è piazza Registan con la moschea Kaljan una delle maggiori dell'Asia centrale, la madrasa di Ulug-beg e la moschea Bolo-haus. Visita del mausoleo di Ismail Samani che dopo mille anni conserva intatti i suoi splendidi ricami in terracotta.

    Vivere a Bukhara così protetta dal suo deserto provoca sensazioni uniche, vi si respira un'aria di magia inespugnabile dal tempo e dai cambiamenti. In aggiunta Bukhara va famosa nel mondo per gli splendidi tappeti annodati a mano nei mille indelebili brillanti colori, appunto perché questi mancano nel suo polveroso deserto. Seconda colazione in ristorante locale. Cena in una tipica madrasa. Pernottamento.

  • GIORNO
    5

    BUKHARA / KHIVA (480 KM - CIRCA 8)

    Prima colazione e partenza per Khiva attraverso il deserto Kizilkum. Durante il viaggio sono previste alcune soste per fotografare lungo le rive del fiume Amu Darya. All'arrivo trasferimento in hotel. Cena in ristorante locale e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    KHIVA

    Prima colazione. inizio della visita di Khiva, conservata perfettamente ed ancora parzialmente abitata. La sua visita è sorprendente. La città, vitale e suggestiva, conserva edifici monumentali bellissimi: moschee, minareti, madrase, palazzi e mercati. Visitandola, ci si trova immediatamente in un altro mondo, come se il tempo per una volta fosse stato benevolo e avesse desiderato tramandare agli uomini tanta bellezza e armonia. Ibn Battuta, il nostro viaggiatore arabo, giungendo qui nei primi anni del 1300, trovò il suo bazar così affollato da non riuscire ad attraversarlo a cavallo rimandando perciò la visita al venerdì quando gran parte delle botteghe erano chiuse. E questo avveniva in una città che Gengis Khan, il quale non sapeva né leggere né scrivere, aveva completamente sommerso aprendo una diga del fiume.

    Si visitano la Madrasa Allakuli Khan, la Madrasa Muhammad Amin Khan, Kunya Ark, Kelte Minar, il mausoleo Pakhlavan Mahmud, il Minareto e la Madrasa Islam Khoja, la Madrasa Muhammad Rahimkhan, Juma Masjid ed il Palazzo Tash Hovli. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

  • GIORNO
    7

    KHIVA / TASHAUZ / KUNYA URGENCH / ASHGABAT

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e partenza per Tashauz, in confine con il Turkmenistan. Visita di Konia Urgenc, (l'antica Urgenc) capitale della Corasmia e cuore dell'islam nel XIII secolo, che si trova in territorio turkmeno, distante circa 160 Km da Urgenc. Questa regione, attraversata dall'Amu Darya, era una vera oasi lungo le vie carovaniere che attraversavano un'area geografica compresa a grandi linee tra le rive del mar Caspio e le alture del Pamir. È il bassopiano turanico, una zona sterminata dove i deserti si contrappongono alle steppe e a zone densamente popolate e rese fertili da un sapiente lavoro di irrigazione.

    Macroscopicamente questa zona univa la Cina al Mediterraneo e vi transitavano le carovane di cammelli che trasportavano da un punto all'altro merci di vario genere e soprattutto seta. Si affrontavano mille difficoltà ambientali fino al limite della sopravvivenza ma la carovana teneva uniti facendo più forti questi temerari che osavano sfidare le notti gelide e i giorni infuocati. Erano viaggi che duravano mesi, qualche volta anni. Si potevano creare nuove famiglie, nuove fratellanze, nuove organizzazioni urbane, nuovi prodotti agricoli e l'accento era posto più sul viaggio che sull'arrivo dello stesso. Un lungo percorso sul quale fluivano e si incontravano pensieri, filosofie e lingue diverse, tradizioni popolari, arti, leggende, abitudini, ricchezze e povertà in una sorta di calderone che autorizzava un lasciapassare culturale e che trasformava e riempiva gli immensi territori rendendo fertili i terreni e fiorenti le città.

    Dunque un ponte tra Oriente e Occidente che dal III sec. a.C. ha trasmesso la conoscenza di luoghi affascinanti e un po' misteriosi come la Battriana, la Margiana, la Sogdiana e l'Oxus, di città come Samarcanda e Bukhara e di personaggi come Alessandro Magno, Avicenna, Gengis Khan, Tamerlano, Ulugbek e Hodzha Nasreddin. Seconda colazione in corso di viaggio. Volo da TAshauz ad Ashgabat. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    8

    ASHGABAT / MARY

    Prima colazione, trasferimento in aeroportoe partenza per Mary. Arrivo e visita di Merv, o Margiana. La città si fa risalire a 2500 anni fa quando era una importante oasi lungo le rive del fiume Murgab ai margini del deserto di Kara Kum. Poi diventò un importante centro della cultura orientale e la sua fama continuò a crescere anche durante il regno di Alessandro il Grande finché non fu distrutta da Gengis Khan. Oggi le rovine di Merv appaiono spettrali e di uno splendore crudele come se l'oasi fosse stata travolta da una violenta tempesta che ha lasciato intorno, una grande sterilità. Seconda colazione in corso di visita. La visita include anche il museo storico. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    9

    MARY / ASHGABAT

    Prima colazione e continuazione delle visite. Seconda colazione e nel pomeriggio in tempo utile trasferimetno in aeroporto e rientro ad Ashgabat. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    10

    ASHGABAT

    Prima colazione. Visita della capitale turkmena. che cresce giorno dopo giorno. La città fu polverizzata da un terremoto nel 1948 e oggi appare nuova e con un aspetto meno sovietico di Tashkent. Visita del museo storico dove sono conservati i reperti di Nicea. Dopo la seconda colazione visita di Nicea che si trova a circa 20 Km. I resti della città dei Parti (dal III sec. a.C. al III sec. d.C.) sono molto estesi e comprendono palazzi reali, templi, torri, tombe, mura difensive, passaggi ed altro in un suggestivo ambiente collinare semidesertico. I Parti erano una popolazione nomade che aveva respinto le truppe di Alessandro Magno dando vita ad un impero che si estendeva fino al fiume Eufrate e all'Indo. Infine nel XIII secolo i Mongoli la rasero al suolo disperdendo la popolazione e lasciando solo polvere e rovine. Rientro ad Ashkabad. Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    11

    ASHGABAT

    In tempo utile trasferimento in aeroporto per la partenza.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Uzbekistan: Obbligatorio, valido per un solo ingresso nel paese. Costo: da € 75,00.

Turkmenistan: Obbligatorio, si ottiene sul posto. Sono necessarie 4 fototessera. Costo: circa USD 70

HOTEL PREVISTI

Hotel 3 e 4 stelle

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Minimo 2 persone: € 2.454,00

Supplemento per camera singola: € 397,00

DOCUMENTI

Occorre un passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio.
Uzbekistan: occorrono 2 fototessera e 2 moduli compilati.
Turkmenistan: servono 4 fototessera a colori.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

Cambi applicati: 1 USD = 0,85 € Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza.

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Voli interni all’itinerario, hotel come selezionati, trasferimenti privati, trattamento di mezza pensione (cena), facchinaggi, acqua minerale durante i lunghi trasferimenti, visite ed escursioni come indicato nell’itinerario, 2 esperti accompagnatori/guide locali che parlano italiano, documentazione e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Voli internazionali, visti, pasti non previsti, mance, bevande, altre spese di carattere personale e quanto altro non indicato in “La quota base comprende”.

 

IMPORTANTE

L’ordine delle escursioni può essere modificato per un migliore sviluppo dell’itinerario a seconda delle condizioni climatiche e degli orari dei voli.