fbpx
I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Sudafrica: viaggio deluxe

Il Sudafrica è una destinazione favolosa tutto l’anno e il momento della partenza dipende solo da ciò che si desidera fare, tenendo conto che le stagioni sono invertite rispetto all’emisfero nord.

Questo itinerario ci conduce da Johannesburg (la città dove fu scoperto il primo filone d’oro) alla regione di Mpumalanga dove si trovano canyon, montagne, parchi, boschi di conifere che si alternano a coltivazioni di banani e ananas. Infine in volo si giunge a Città del Capo, la città moderna e trendy con una splendida baia.

Costo

A partire da € 2.489,00

Durata

11gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Per partenze entro il

31/08/2019

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Città del Capo, Balene di Hermanus, Panorama Route, Safari

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    CITTÀ DEL CAPO - ARRIVO

    Arrivo all’aeroporto di Città del Capo, disbrigo delle procedure di ingresso nel Paese, ritiro del bagaglio e incontro con il nostro rappresentante.

    Trasferimento al Derwent House Hotel, nel cuore della città. Pomeriggio libero per poter visitare la città con il caratteristico quartiere di Bo Kaap o il Waterfront, oppure il castello o la Table Mountain. Cena nell’ottimo ristorante dell’albergo.

    Pernottamento.

    Nota: consigliamo, condizioni meteo permettendo, di sfruttare questo pomeriggio per salire sulla Table Mountain. L’ultima salita parte alle 17.00 e l’ultima discesa alle 18.00

  • GIORNO
    2

    CITTÀ DEL CAPO (CAPO DI BUONA SPERANZA)

    Prima colazione.

    Incontro con la nostra guida italiana e partenza per l’escursione dell’intero giorno alla penisola del capo. Si percorre la strada cittadina costiera che attraversa le zone più eleganti della città dove il jet set mondiale ha ville e appartamenti da mille e una notte.

    Si arriva ad Hout Bay e da qui si parte per una breve crociera in barca per visitare la colonia di foche da pelliccia del capo. Al termine si prosegue lungo la Chapmans Peak Road, una bellissima strada letteralmente scavata nella scogliera a strapiombo sull’oceano, costruita dai prigionieri di guerra italiani negli anni quaranta.

    Dopo aver ammirato l’immensa spiaggia di Noordhoek si prosegue fino alla riserva naturale del Capo di Buona Speranza. Dopo la visita al punto più sud-occidentale del continente africano si può salire al vecchio faro (uso della teleferica opzionale non incluso). Pranzo a base di pesce in un rinomato ristorante della penisola e a seguire visita alla colonia di pinguini di Boulders Beach. Rientro a Città del Capo previsto per il tardo pomeriggio/sera.

    Moltissimi ottimi ristoranti si trovano nelle immediate vicinanze dell’hotel. La cena questa sera è libera e non inclusa.

    Pernottamento.

  • GIORNO
    3

    CITTÀ DEL CAPO

    Dopo la prima colazione, partenza con la nostra guida italiana per la visita della città e la zona vitivinicola nei dintorni.

    Città del Capo è la più antica città del paese. Fu fondata nel 1653 dai primi coloni fiamminghi e olandesi inviati dalla Compagnia delle Indie Olandesi con l’incarico di creare, nell’estremo sud-ovest dell’Africa, una colonia agricola che potesse rifornire di acqua, frutta e verdura le navi che doppiavano questo capo lungo la rotta che univa Europa e Asia. La creazione di un punto di rifornimento era una necessità strategica. A protezione del porto (oggi trasformato nel Waterfront) e della colonia fu costruito il Castello di Buona Speranza. Non lontano si trova Bo Kaap, dove abitavano gli schiavi di origine asiatica nelle loro case colorate.

    Ben presto, anche a causa dell’arrivo di molti Ugonotti francesi che scappavano dalle persecuzioni della chiesa cattolica, cominciò e prosperò la produzione di vino. Si prosegue verso la Groote Constantia Wine Estate: la più antica casa vinicola sudafricana nata oltre 330 anni fa, oggi un fiore all’occhiello del Paese con i suoi vini che sono, anno dopo anno, premiati tra i migliori in assoluto. Dopo la degustazione di alcuni di questi magnifici vini accompagnati da una selezione di formaggi, il pranzo viene servito nel loro famoso ristorante Jonkershuis. Prima di andare via, nel pomeriggio, si può anche assaggiare il loro gelato o le loro cioccolate, tutti prodotti rigorosamente artigianali.

    La cena questa sera è libera e non inclusa.

    Pernottamento.

  • GIORNO
    4

    CITTÀ DEL CAPO/HERMANUS

    Dopo la prima colazione, check-out dall’hotel e partenza per Hermanus: la cittadina costiera famosa per le sue balene.

    Hermanus è considerato il miglior posto al mondo per l’avvistamento da terra delle balene. La sua costiera a strapiombo sull’oceano e la baia antistante con le acque subito profonde permettono un facile avvistamento dei cetacei che qui riescono ad avvicinarsi moltissimo alla costa. Chi lo vorrà potrà anche effettuare un’escursione in barca (da prenotare e non inclusa) per avvicinarsi ulteriormente ai giganteschi mammiferi marini che qui vengono ogni anno tra luglio e dicembre, per poi tornare nei mari dell’Antartide. Questa escursione dipende dalle condizioni meteo.

    Hermanus offre molti ristoranti di ottima qualità e spiagge bellissime, tranquille e pulitissime dove, anche in inverno, si può passeggiare e fare splendide fotografie.

    Per il pranzo e la cena, non inclusi, si può scegliere tra i molti ristoranti del centro.

    Pernottamento alla Auberge Burgundy Guest House.

  • GIORNO
    5

    HERMANUS/FRANSCHHOEK (DISTRETTO DI CAPE WINELANDS)

    Dopo la prima colazione partenza verso Franschhoek, nelle Winelands.

    La strada per Franschhoek passa prima attraverso una zona agricola caratterizzata da grandi coltivazioni estensive di frumenti, erba medica e altre piante tra cui la canola, che con i suoi fiori gialli rende la zona molto affascinante. Osservando è facile vedere coppie di Gru Blu, lo splendido uccello simbolo del Sudafrica. Prima di arrivare a destinazione, passato il lago Theewaterskloof, si affronta il Passo di Franschhoek. Dalla sommità la vista della valle di Franschhoek è semplicemente mozzafiato.

    Scesi poi in città, ci si ferma presso La Lude Wine Cellar, la cantina specializzata in spumanti dove si potranno degustare tre diversi vini accompagnati da canapè artigianali. La cittadina di Franschhoek (‘Angolo dei Francesi’) è sede di cantine tra le migliori del Paese e i suoi ristoranti sono famosi per la qualità e l’originalità della cucina. Dopo il pranzo (non incluso), il pomeriggio è a disposizione. La guida vi accompagnerà e si potrà scegliere, ad esempio, se fare shopping o visitare altre cantine, oppure visitare il museo privato d’auto d’epoca del miliardario Antonij Rupert.

    Pernottamento alla Ashbourne Guest House.

  • GIORNO
    6

    FRANSCHHOEK/MPUMALANGA (HAZYVIEW)

    Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Città del Capo che dista circa 40 minuti di auto da Franschhoek per prendere il volo per Johannesburg.

    Incontro con la nuova guida italiana e prosecuzione verso la regione di Mpumalanga. Durante il viaggio si effettua una breve sosta per uno snack (non incluso).

    Il viaggio è di circa 4-5 ore lungo l’autostrada N4 che porta dall’altopiano di Johannesburg (che si trova a circa 1700m slm) fino ai 400m del "Lowveld" la zona orientale della regione Mpumalanga, famosa soprattutto per il Kruger National Park e le molte riserve private a esso adiacenti che offrono infinite opportunità per splendidi safari. Quando si vedono tutti attorno alberi fioriti, enormi cespugli di bougainville e immense piantagioni di banane si è certamente vicini alla meta. Hazyview è la cittadina del Lowveld dove ci si ferma per la notte.

    Pernottamento al Rissington Inn.

  • GIORNO
    7

    HAZYVIEW (PANORAMA ROUTE)

    Dopo la prima colazione partenza per una escursione dell’intero giorno lungo la Panorama Route, tra le montagne di questa magnifica regione.

    Le immense foreste di conifere e di eucaliptus sono state tutte piantate nel tempo dall’uomo per produrre legname in modo ecosostenibile. Tra le visite Pilgrimsrest, il piccolo villaggio di minatori nato nella seconda metà dell’ottocento quando qui fu scoperto il primo oro sudafricano. Poi God’s Window, un punto panoramico sulla cresta dell’ultimo "gradino" dell’altopiano africano che si apre su una pianura che sembra senza fine; le Bourke’s Luck Potholes, una particolarissima formazione geologica creata dall’erosione dell’acqua del fiume Blyde.

    Infine il Blyde River Canyon, il più grande canyon al mondo con pareti coperte di vegetazione e terzo in assoluto dopo il Gran Canyon (USA) e il Fish River Canyon (Namibia). La crociera sul fiume, in fondo al canyon è semplicemente meravigliosa e spesso permette di vedere molti animali e uccelli. Si effettua una sosta per il pranzo (non incluso) in uno dei tanti caratteristici ristoranti della regione. Rientro ad Hazyview per la cena che è inclusa presso il Rissington Inn.

    Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    HAZYVIEW/THORNYBUSH GAME RESERVE

    Sveglia all’alba e partenza per il Kwa-Mbili Game Lodge nella Thornybush Game Reserve. Arrivo in tempo per il pranzo che è incluso.

    Nel primo pomeriggio tempo a disposizione per ambientarsi e per un momento di relax a bordo piscina in preparazione del primo safari con i veicoli 4x4 del lodge. Thornybush è una riserva privata ma non c’è rete di separazione col Parco Kruger. Questo permette agli ospiti di godere di tutti i confort e il lusso che il parco Kruger non offre e allo stesso tempo di poter fare safari magnifici. Riuscire a vedere tutti e cinque i "Big 5" (leone, leopardo, rinoceronte, elefante e bufalo) non è mai facile ma qui le probabilità sono certamente più alte che in molti altri posti.

    Al tramonto il vostro ranger si fermerà in un punto qualunque della riserva per dare la possibilità di scendere dal veicolo e sgranchirvi la gambe e gustare un aperitivo e degli snack nel silenzio del bush sudafricano. Al rientro, dopo alcuni minuti di guida col buio nella speranza di vedere quegli animali che solo di notte sono attivi, sarà servita la cena.

    Pernottamento presso Kwa-Mbili Game Lodge, tutto compreso.

  • GIORNO
    9

    THORNYBUSH GAME RESERVE

    Pensione completa.

    Le due giornate si svolgono allo stesso modo: sveglia all’alba, caffè o tè e partenza per il primo safari del giorno. Rientro per colazione. Tempo libero, eventuale passeggiata guidata nel bush e poi pranzo. Nel pomeriggio, nuovo safari. Al rientro è servita la cena.

    La vita all’interno di un "Game Lodge" sudafricano è scandita dai ritmi della natura. Le attività umane dipendono da quelle degli animali. Poiché questi sono maggiormente attivi la mattina presto e poi dal tardo pomeriggio alla sera, ossia nelle ore meno calde del giorno, i safari si svolgono in quelle ore.

    Tempo permettendo almeno una delle tre sere la cena è servita nel "boma", la struttura tradizionale africana nella quale i tavoli vengono disposti intorno al falò centrale.

  • GIORNO
    10

    THORNYBUSH GAME RESERVE

    Pensione completa.

    Sveglia all’alba, caffè o tè e partenza per il primo safari del giorno. Rientro per colazione. Tempo libero, eventuale passeggiata guidata nel bush e poi pranzo. Nel pomeriggio, nuovo safari. Al rientro è servita la cena.

    La vita all’interno di un "Game Lodge" sudafricano è scandita dai ritmi della natura. Le attività umane dipendono da quelle degli animali. Poiché questi sono maggiormente attivi la mattina presto e poi dal tardo pomeriggio alla sera, ossia nelle ore meno calde del giorno, i safari si svolgono in quelle ore.

    Tempo permettendo almeno una delle tre sere la cena è servita nel "boma", la struttura tradizionale africana nella quale i tavoli vengono disposti intorno al falò centrale.

  • GIORNO
    11

    THORNYBUSH GAME RESERVE/JOHANNESBURG - PARTENZA

    Sveglia all’alba e partenza, dopo un rapido caffè, per l’ultimo safari.

    Al rientro, circa 2-3 ore più tardi, colazione e check-out. Con la nostra guida si riparte per raggiungere Johannesburg nel pomeriggio. Lungo il tragitto si ripercorrono alcune delle strade percorse nei giorni precedenti. A Middleburg, città mineraria carbonifera, pranzo al ristorante Corn and Cob.

    Quindi visita del villaggio Ndebele a poca distanza. Gli Ndebele sono la sola etnia africana ad aver sviluppato il gusto per la geometria e la simmetria, completamente assenti nelle decorazioni delle altre popolazioni di questo continente.

    Da qui a Johannesburg il viaggio richiede meno di 2 ore. La guida vi lascia in aeroporto in tempo per la partenza.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Obbligatorio: è valido per 90 giorni e viene rilasciato all’arrivo in aeroporto. È necessario il passaporto elettronico con validità residua di almeno 30 giorni dalla data di uscita dal Paese.

HOTEL PREVISTI

4 e 5 stelle

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base si intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Minimo 2 persone: € 3.823,00

Minimo 4 persone: € 2.934,00

Minimo 6 persone: € 2.489,00

 

Supplemento singola: su richiesta

DOCUMENTI

Secondo le normative internazionali, il passaporto deve avere almeno 2 pagine interamente libere e almeno 3 mesi di validità prima della data di scadenza. I funzionari di immigrazione sudafricani sono molto attenti all’applicazione di questa regola e non permetteranno l’ingresso nel Paese se i passaporti non sono conformi agli standard richiesti.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

Cambi applicati: 1 ZAR = 0,063 € (adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza).

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Trasporti con veicoli con aria condizionata; pasti come specificato nel programma; sistemazione in camere standard negli hotel, campi e lodge previsti nel programma; servizio autista, guide professioniste italiane; ingressi, visite e safari come indicato nell’itinerario; documenti e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

I voli internazionali e nazionali; i pasti non previsti; le bevande; le mance; le spese personali e quanto altro non indicato in “La quota comprende”.