I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Botswana

BOTSWANA

IL PAESE DEI DIAMANTI

DESTINAZIONI › AFRICA › BOTSWANA

I nostri viaggi in Botswana

SCEGLI IL TUO VIAGGIO IN BOTSWANA E SCOPRI UNA TERRA D’INCREDIBILE BELLEZZA

 

Il Botswana è una regione che si estende a nord del Sudafrica. Il suo territorio consiste quasi interamente in una grande area pianeggiante sub-tropicale lambita a est da dolci colline. Il delta dell’Okavango rappresenta un habitat naturale unico al mondo per animali e specie vegetali: un ecosistema in perfetto equilibrio nato da particolari movimenti geologici che hanno cambiato il corso delle acque e hanno dato origine a un ambiente di incredibile bellezza, in perfetta armonia tra acqua e terre emerse. Il bacino dell’Okavango si sviluppa a nord-ovest, dove si trovano le riserve di Moremi e di Chobe.

 

Nei territori del centro-nord si trova il deserto del Kalahari, dove le popolazioni aborigene dei San hanno risiedono da 30.000 anni. Oggi i San sono circa 90.000 e costituiscono una minoranza della popolazione complessiva che ammonta a circa 2 milioni di persone. La maggioranza della popolazione è oggi composta dagli Tswana (popolazione bantu), giunti nel paese almeno 2.000 anni fa. La zona più abitata è quella sud-est, in prossimità della capitale Gaborone.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Repubblica del Botswana

CAPITALE

Gaborone (195.000 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Repubblica presidenziale

SUPERFICIE

600.370 Km²

POPOLAZIONE

1.640.115 abitanti. La maggioranza della popolazione è composta da neri di ceppo bantu divisi in 3 gruppi etnici: Tswana (66,8% della popolazione), Shona (14,8%) e Ndebele (1,7%). I Kashon rappresentano invece un gruppo etnico nero non bantu che si divide in Boscimani (1,3%) e Ottentotti (1,3%). Altre minoranze etniche ricoprono il restante 14,1% della popolazione.

Territorio

L’80% del paese è semi-desertico, con una vegetazione bassa e rada ma ricca di fauna che comprende almeno 36 specie di mammiferi, 200 di uccelli e 80 specie di pesci diversi. Il 17% del territorio è incluso in parchi nazionali. Il paese confina a sud e ad est con il Sudafrica, a nord-est con lo Zimbabwe, a nord e ad ovest con la Namibia e per un piccolo tratto anche con lo Zambia.

Religione

La religione più diffusa è il cristianesimo, nelle sue diverse confessioni. Sono presenti anche minoranze di musulmani, induisti e bahá’í.

Clima

Uno dei periodi migliori per visitare il Botswana è l’inverno (ovvero da maggio ad agosto): l’unico inconveniente è dato dal grande afflusso di turisti europei, nordamericani e sudafricani, in quanto il periodo coincide con quello delle vacanze estive. I mesi più tranquilli sono sicuramente giugno, i primi di luglio e la seconda metà di settembre; l’estate è sconsigliata a causa della pioggia abbondante che rende difficile percorrere le strade secondarie, senza contare il rischio d’imbattersi in animali selvaggi che, a causa dell’acqua torrenziale, tendono a disperdersi.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Inglese

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +1

VALUTA

Pula

Lingua

Inglese (lingua ufficiale), Tswana (lingua nazionale).

Valuta

Gli alberghi e i ristoranti delle città e dei villaggi principali accettano quasi tutte le carte di credito.

visto e documenti

Per entrare nel paese i viaggiatori italiani non necessitano di visto turistico. Il passaporto dovrà avere una validità residua di almeno 6 mesi. Potrebbe essere richiesto il biglietto aereo di andata e ritorno, o di proseguimento del viaggio, e di dimostrare di avere fondi sufficienti per il soggiorno.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Vaccinazioni consigliate: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide, rabbia.

Elettricità

La corrente elettrica è a 220/230 V. Le prese sono generalmente di tipo tripolare; si consiglia di portare con sé un adattatore universale. I campi in Botswana di solito sono sprovvisti di corrente elettrica diretta, ma hanno i propri generatori: per questo motivo l’erogazione di corrente avviene solitamente nelle prime ore del mattino e in serata, ovvero prima che i clienti partano per i safari e al loro rientro.

cucina

Semplice e saporita, gran parte della cucina locale si basa su un ingrediente tipico, il miele Pap, ricavato da mais e cereali. Tra i piatti tradizionali si ricordano la Morama, una specie di grosso tubero, e la Marula, un frutto simile alla prugna. Molto diffusi sono anche i piatti di carne a base di antilope, manzo e struzzo. Da provare è il Mokolane, un vino particolarissimo ricavato dalle palme.

acquisti

Tra gli oggetti tipici venduti in Botswana ci sono i canestri intrecciati, di varie forme e colori, che si possono comprare in uno dei tantissimi mercatini che affollano le strade. Un altro souvenir tipico sono le bambole della tribù Herero, che rappresentano la donna nelle varie fasi della sua vita. Molto carini anche i tessuti con fantasie tribali, i gioielli di perline e gli oggetti in pelle come borse e portafogli.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it