I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Australia

AUSTRALIA

NON PREOCCUPARTI SE IL MONDO FINIRÀ OGGI. È GIÀ DOMANI IN AUSTRALIA (Schulz)

DESTINAZIONI › OCEANIA E PACIFICO › AUSTRALIA

Tour Australia

IL TUO VIAGGIO IN AUSTRALIA, LA TERRA DELLE 7 STAGIONI

 

L’Australia è la terra dell’infinito, ricca di paesaggi che si perdono in orizzonti sconfinati. È la culla di culture antiche e di città cosmopolite. Chiamata dagli aborigeni “terra dalle 7 stagioni”, l’Australia fa parte del continente più antico del mondo, l’Oceania, che è anche il più piccolo. È l’isola più grande del mondo, estesa quasi quanto un continente; fu colonizzata dagli europei soltanto nel 1770, quando James Cook approdò in quella che oggi è conosciuta come “baia di Sydney”. La ricchezza dell’Australia è dovuta soprattutto all’estrazione mineraria; il turismo ha acquisito un ruolo molto importante nell’economia nazionale ed è in continuo sviluppo.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Commonwealth dell’Australia

CAPITALE

Canberra (356.585 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Mon. parlamentare federale

SUPERFICIE

7.703.429 Km²

Popolazione

24.145.600 abitanti

Territorio

6° paese al mondo per estensione, l’Australia offre uno spettacolo naturale molto vario che alterna deserti e immense pianure a metropoli moderne ed enormi montagne rocciose. Le sue coste si sviluppano per quasi 60.000 km e sono costellate di isole piuttosto piccole, a eccezione della Tasmania che misura circa 64.519 km². Le piante più rappresentative del territorio sono l’eucalipto e l’albero della gomma; gli animali più tipici sono il canguro, il koala e l’emù.

Religione

La religione più diffusa è il cattolicesimo, ma sono presenti altri culti tra cui l’anglicanesimo.

Clima

Il clima dell’Australia varia notevolmente dal nord al sud: si passa dal tropicale-umido del Queensland al clima temperato, tipico delle regioni del sud. Nella regione tropicale, che occupa il 40% della superficie, le piogge si concentrano nella stagione estiva (quindi tra febbraio e marzo). Nel resto dell’anno sono frequenti gli alisei, che soffiano da sud-est creando un clima secco e caldo. I deserti australiani, che coprono l’area centrale del Mainland, hanno un clima caldo con scarse precipitazioni. Le regioni temperate calde hanno quattro stagioni con temperature che oscillano fra i 21° di gennaio-febbraio ai 10° di luglio.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Inglese australiano (Strine)

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +6

VALUTA PRINCIPALE

Dollaro australiano

Lingua

L’inglese australiano, anche detto “strine”, è una variante dell’inglese standard. Deriva dalla lingua parlata dai primi immigrati australiani, per lo più criminali irlandesi, inglesi e scozzesi portati sull’isola a scopo detentivo.

Fuso Orario

Da aprile a ottobre, durante l’ora legale estiva in Italia:

Australia occidentale: +6
Australia nord, Australia sud: +7.30
Territorio della Capitale Australiana, Nuovo Galles del Sud, Queensland, Tasmania, Victoria: +8

Da novembre a marzo, durante l’ora legale estiva in Australia (Queensland, Australia ovest e Territorio del Nord non hanno l’ora legale):

Australia occidentale: +7
Territorio del Nord: +8.30
Queensland: +9
Australia sud: +9.30
Territorio della Capitale Australiana, Nuovo Galles del Sud, Tasmania, Victoria: +10

visto e documenti

Passaporto: deve avere una validità residua di almeno 6 mesi.

Visto: obbligatorio.

Il visto turistico si chiama “e-visitor visa” e si può ottenere via internet (visita il sito: http://www.immi.gov.au/visitors/tourist/evisitor/ ).

Il visto è valido per 90 giorni. I cittadini italiani di età inferiore ai 31 anni possono ottenere anche un visto per vacanze-lavoro della durata di 12 mesi: per informazioni relative a questo tipo di visto consigliamo di rivolgersi all’Ambasciata d’Australia (Roma) o al Consolato Generale d’Australia (Milano). Il visto per vacanze-lavoro si può rinnovare per altri 12 mesi: per ottenere il rinnovo bisogna dimostrare di aver lavorato in località regionali o remote dell’Australia per almeno 90 giorni.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Non sono previste vaccinazioni obbligatorie.

Imposta e rimborsi

In Australia vige un’imposta su beni e servizi (GST) del 10%: per ricevere il rimborso occorre aver fatto acquisiti per almeno 300 dollari australiani, in un unico negozio. Gli sportelli per il rimborso ai turisti si trovano nell’area partenze degli aeroporti internazionali. Per ulteriori informazioni consultare il sito: http://www.customs.gov.au/site/page4646.asp

Elettricità

Il voltaggio è 220/240 volt, con prese per spine a tre lamelle piatte, tipo I. Consigliamo di portare dall’Italia un adattatore universale.

Cucina

La cucina australiana ha unito nel corso dei secoli le abitudini culinarie che immigrati hanno portato con sé. Troviamo quindi una cucina leggera e semplice ma con ogni tipo di influsso, dal mediterraneo all’asiatico. Molto apprezzata è la carne cotta sulla griglia, generalmente bistecche ma anche carne di canguro o di coccodrillo; piatti a base di crostacei sono presenti principalmente nella zona costiera. Tra le specialità della cucina australiana ci sono la vegemite, una salsa fatta con lo scarto del lievito della birra usata soprattutto a colazione al posto della marmellata, e le torte di carne (meat pie). Molte sono le spezie caratteristiche del luogo usate per insaporire le pietanze, tra cui la noce Baphal o del “bush”, usata al naturale o tostata. Non bisogna dimenticare che l’Australia è un’ottima produttrice di vini freschi e di ottima qualità, apprezzati di recente in tutto il mondo.

acquisti

Il boomerang è uno degli oggetti più rappresentativi dell’Australia, ma il paese offre tantissimi spunti per gli acquisti tra cui le ceramiche, le sculture di legno e gli oggetti dell’artigianato aborigeno. Interessanti anche i prodotti a base di Tea Tree, l’albero australiano da cui si ricava un olio essenziale dalle proprietà antisettiche e cicatrizzanti.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it