I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Giordania

GIORDANIA

IL PAESE PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

DESTINAZIONI › MEDIO ORIENTE E CENTRO ASIA › GIORDANIA

Tour Giordania

VIAGGI IN GIORDANIA: UN PAESE SOSPESO TRA MARE E DESERTO

 

Il Regno Hashemita di Giordania è un giovane paese carico di storia, un prezioso ponte fra il mare e il deserto, fra oriente e occidente. Sugli strati delle antiche rovine si stende una terra di ammaliante bellezza e contrasti affascinanti, dove la fertile e immutata Valle del Giordano si unisce agli immensi e immobili canyon del deserto. Qui si trovano riserve naturali, fortezze e residenze di caccia, le barriere coralline del Mar Rosso, le rilassanti stazioni termali sul Mar Morto e l’affascinante territorio tanto amato da Lawrence d’Arabia, il deserto di sabbia rosa del Wadi Ram, conosciuto anche come “Valle della Luna”. Qui i grandi archeologi sono l’acqua e il vento: incidono rocce e terreni, spostano dune sabbiose e lasciano tornare in superficie un po’ ovunque strumenti litici, antichi villaggi con fondi di capanne, macine in pietra, oggetti d’arte, gioielli, ornamenti e amuleti. In questo paese si ha davvero l’illusione che il tempo si sia fermato come in un fatale incantesimo.

 

In questa terra sorgono monumenti che risalgono a tutte le epoche dell’umanità: Petra, la città scavata nella roccia, è un esempio unico al mondo, un sito che L’Unesco ha dichiarato patrimonio dell’umanità.
Ad accogliervi ci sarà un paese moderno, ospitale, sicuro: fondato da Re Abdullah I all’inizio della Prima Guerra Mondiale e governato da suo nipote Re Hussein per 46 anni, il paese ha raggiunto un significativo livello di pace, stabilità e crescita economica. Dopo la morte di Re Hussein, avvenuta il 7 febbraio 1999, suo figlio, Re Abdullah Il, si è insediato come nuovo regnante.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Regno Hascemita di Giordania

CAPITALE

Amman (2.500.000 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Monarchia costituzionale

SUPERFICIE

92.300 Km²

POPOLAZIONE

Il popolo giordano conta 6.700.000 abitanti e si compone in gran parte di arabi (98%), ma anche in minima parte di armeni e di circassi (1%). All’interno di queste suddivisioni etniche trovano spazio anche i beduini, che costituiscono il 25% del totale della popolazione.

Territorio

La Giordania si estende su un territorio al 90% desertico. A nord-ovest del paese si trova una regione collinare, dove si estende la valle del fiume Giordano, mentre a est si trovano aree desertiche di diverse tipologie; a sud il paese si affaccia sul Mar Rosso.

Religione

La maggioranza della popolazione è musulmana. Circa il 6% è di religione cristiana.

Clima

È molto simile a quello della nostra Italia meridionale. L’inverno è abbastanza rigido, soprattutto ad alta quota. L’escursione termica tra giorno e notte è notevole. La primavera e l’autunno sono i mesi più piacevoli in tutto il territorio.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Arabo

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +2 (+1 ora legale)

VALUTA PRINCIPALE

Dinaro Giordano (JOD)

Lingua

L’arabo è la lingua ufficiale, ma sono parlati anche l’inglese e il francese.

Valuta

Il paese accetta i dollari americani, meglio se emessi di recente e di piccolo taglio; sono accettate anche tutte le principali carte di credito internazionali.

visto e documenti

Passaporto: deve avere con validità residua di almeno 6 mesi e almeno 2 pagine libere.
Visto: obbligatorio. Si ottiene all’arrivo nel paese.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Non sono previste vaccinazioni obbligatorie.

Elettricità

La corrente elettrica è a 220V con prese a 2 fori, ma al sud si trovano spesso quelle a 3 fori di tipo inglese; si consiglia quindi di portare con sé un adattatore universale.

cucina

La cucina araba è molto varia e interessante. Il piatto più conosciuto è probabilmente il “mezzeh” composto da vari tipi di antipasti che includono una crema di ceci chiamata “humus”, una crema di melanzane, i “borek” (fragranti sfogliate calde ripiene di formaggio), i “kubbeh” (polpettine d’agnello con pinoli e grano saraceno), lo “shinklish” (formaggio di capra con timo, pezzetti di pomodoro e paprika, condito con olio d’oliva) e altre stuzzicanti piatti a base di verdure e legumi. Il mezzeh si accompagna perfettamente con lo squisito pane arabo, semplice o condito con il “zatar” (timo e sesamo) o con olio di oliva.

E ancora i falefel, polpettine di legumi fritte condite con pomodoro, menta e tahina (pasta di semi di sesamo) o una salsa di yogurt. Lo “shawarma” invece è il pane ripieno con strisce di carni miste, quasi sempre agnello e pollo, cotte allo spiedo. Da provare anche le gustose melanzane o zucchine ripiene di carne (“mashi”) e tra le insalate il “fattoush”, con prezzemolo e cipolle dolci.

Tra le carni l’agnello è l’alimento base, con i tradizionali “kebab” (spiedini alla brace) e il “kofta”, una salsiccia con carne macinata e spezie. I dolci sono a base di miele e frutta secca.

Acquisti

L’artigianato locale è ricco di oggetti in ceramica e legno d’ulivo. Sono famosi anche i vetri soffiati di Hebron e i mosaici di Madaba, gli abiti tradizionali ricamati e tutti i prodotti benessere come i  sali e i fanghi del Mar Morto.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it