I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Kenya

KENYA

IL PAESE DEI MASAI

DESTINAZIONI › AFRICA › KENYA

Viaggiare in Kenya: il regno dei safari

UN MONDO FATTO DI BELLEZZA E TRANQUILLITÀ

 

Il Kenya si trova a cavallo dell’equatore africano e si affaccia sulle sabbie bianche dell’Oceano Indiano. Offre scenari naturali di straordinaria bellezza e tranquillità: i suoi contrasti sono indescrivibili, affascinanti e spesso misteriosi. Sono in molti ad aver amato questo paese: Ernest Hemingway, Roosvelt, Churchill, Karen Bixen e tanti altri qui hanno trovato la migliore ospitalità. Viaggiare in Kenya significa incontrare un mondo traboccante di vita, pieno di luce e di colore, dove nascita e morte cantano l’inno alla vita. È un paese molto vasto e offre paesaggi mozzafiato: dalle savane alle spiagge incontaminate agli imponenti altopiani della zona centrale.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Kenya

CAPITALE

Nairobi (3.138.295 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Repubblica presidenziale

SUPERFICIE

582.646 Km²

POPOLAZIONE

42.000.000 circa

Territorio

Il territorio del Kenya è molto vario e offre paesaggi spettacolari che si snodano tra foreste, cascate, pianure infuocate e vulcani. Notevole anche la fauna: dai branchi di elefanti agli avvoltoi, dalle enormi tartarughe di mare ai ghepardi. E poi gruppi sterminati di zebre, gnu e gazzelle che migrano imponenti nel mese di giugno.

Religione

La maggioranza della popolazione è di fede cristiana. Il resto dei fedeli pratica l’Islam e culti animisti tradizionali.

Clima

Il clima è equatoriale con umidità diffusa, quindi caratterizzato da temperature elevate. Il paese è interessato nelle regioni orientali dal monsone e dagli alisei che soffiano dell’Oceano Indiano. Sulla costa si riscontrano temperature più elevate mentre le piogge, di solito abbondanti, diminuiscono molto procedendo verso nord. Con l’altitudine le temperature diminuiscono. Sugli altopiani piove da marzo a maggio. I mesi migliori per visitare il paese sono quelli che vanno da dicembre a febbraio e da luglio a ottobre.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Inglese e Kiswahili

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +2 (+1 ora legale)

VALUTA PRINCIPALE

Scellino keniota (KSH o KES)

Lingua

Sulla costa è diffuso l’italiano.

visto e documenti

Passaporto: deve avere una validità residua di almeno 6 mesi al momento della richiesta del visto. Occorre avere con sé anche un biglietto aereo di andata e ritorno

Visto: obbligatorio. È valido per 1 mese o 3 mesi; in alcuni casi si può prolungare fino a 6 mesi. Si può richiedere online sul sito: http://evisa.go.ke/evisa.html

Vaccinazioni e consigli sanitari

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria per i viaggiatori che provengono dai paesi a rischio di trasmissione della malattia. È richiesta anche ai viaggiatori che transitano negli aeroporti dei paesi a rischio.

Elettricità

La corrente è a 220-240 volt. Le prese sono a 3 ingressi. Si consiglia di portare con sé un adattatore.

cucina

La cucina è molto saporita e ha subito nel tempo gli influssi di quella inglese, araba e indiana. Uno dei piatti principali è la zuppa chiamata “irio” a base di fagioli, mais, patate e spinaci. Eredità della cucina araba invece sono i “sambusa” dei fagottini triangolari ripieni di carne macinata e spezie. Tra i piatti a base di carne c’è l’agnello allo yogurt e la nyama choma, ovvero la carne cotta alla griglia. I kenioti usano molto il latte di cocco con cui amano insaporire le zuppe e cucinare la carne, il pesce e le verdure. Tra le bevande da provare sicuramente ci sono il vino di palma, il vino di papaya e il distillato di mango.

Acquisti

I mercatini vendono moltissimi oggetti in legno che raffigurano gli animali della savana, intagliati e poi dipinti a mano. Molto belle anche le makonde, le sculture in ebano che raffigurano soggetti astratti. I souvenir masai abbondano ovunque e comprendono bracciali, collane, maschere, scudi e molto altro.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it