I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Filippine

FILIPPINE

IL PAESE DELLE 7000 ISOLE

DESTINAZIONI › ASIA › FILIPPINE

Viaggio nelle Filippine: scopri tutte le destinazioni

TRA GRANDI FORESTE, IMMENSE PIANURE E MARE INCANTEVOLE

 

Come in pochi altri luoghi al mondo le Filippine, così chiamate in onore del re di Spagna Filippo II, hanno mantenuto un patrimonio naturalistico inestimabile. Un arcipelago di 7000 isole tropicali, tanti piccoli frammenti del continente asiatico che si sono separate nei millenni, alcune così piccole da scomparire alla vista con l’alta marea, altre tanto grandi da non poter essere attraversate in meno di qualche giorno di viaggio. Solo 462 isole sono vaste più di un km2 e tra tutte circa un migliaio sono ancora disabitate.

 

Le coste sabbiose bagnate dall’Oceano Pacifico, dal mare Cinese, dai mari di Sulu e di Celebes e la vicinanza con l’Equatore donano a questa terra un clima tropicale: il risultato è un insieme armonioso di alture ricoperte di grandi foreste, immense pianure verdi e rigogliose, fiumi, cascate, insenature e baie coralline dove ogni elemento è protagonista di un ciclo naturale che lo lega indissolubilmente al mare.

 

Grazie a una natura gelosa che si è sempre contrapposta ai domini di tutte le epoche, nelle Filippine esistono 8500 specie di fiori, 1000 specie di felci e 1000 specie di orchidee, oltre a foreste con una varietà di alberi davvero considerevole. Un mondo che raccoglie in un apparente disordine una natura ricchissima: montagne, foreste, torrenti impetuosi, risaie, grandi pianure, vulcani, spiagge bianche lambite da acque verde smeraldo e adombrate da esili palme; e ancora oltre 500 specie di uccelli, divertenti pappagalli e farfalle misteriose che giungono perfino dall’Himalaya. Questa terra ospita animali rarissimi come il topo cervo, il topo ragno, il topo nuvola e i colossali carabao che pascolano nelle risaie verdissime; poi ci sono i pesci, più di 2000 varietà, tra cui il minuscolo Tabio (il più piccolo del mondo) e il grande Bulik. E poi conchiglie e fondali, un paradiso per gli amanti del mondo subacqueo.

 

Ma è la gente la vera ricchezza di questo paese: volti diversi ed espressivi, sempre spontanei e schiettamente ospitali. Tra i popoli asiatici il popolo filippino vanta le origini più diverse: malesi, polinesiane, cinesi, indiane, europee e americane; la fusione di tante razze e l’adattamento continuo a nuove abitudini ha dato a questo popolo una grande disponibilità umana verso il prossimo, chiunque esso sia, e una capacità di comprendere unica al mondo. Oltre a esplorare i territori montani del nord, dove si incontrano ancora villaggi Ifugao e risaie a terrazze che sono qui da 2000 anni, si può venire nelle Filippine per godere di un mare di indescrivibile bellezza.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Repubblica delle Filippine

CAPITALE

Manila (10.232.900 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Repubblica presidenziale

SUPERFICIE

300.000 Km²

POPOLAZIONE

L’arcipelago ha una popolazione complessiva di 101.000.000 abitanti, con una densità media di 311 persone per km². La distribuzione della popolazione varia da isola a isola ma si concentra soprattutto nelle città, dove vive circa il 63% degli abitanti del paese.

Territorio

Possiamo dividere l’arcipelago in 3 grandi gruppi principali: Luzon, la più grande isola del nord, Visayas, un’esplosione di isole al centro, Mindanao, una grande isola del sud ricca di storia e cultura. La maggior parte del territorio è di origine vulcanica, dunque ricco di alture che arrivano a sfiorare anche i 3.000 metri. Non mancano però le zone pianeggianti, ricche di fiumi e di bacini lacustri.

Religione

Il paese è a maggioranza cristiano, con un’alta percentuale di cattolici (circa l’81%). Un piccola parte della popolazione è musulmana (5%), mentre il resto professa culti minori.

Clima

Le Filippine si trovano tra il Tropico del Cancro e l’Equatore e sono divise in 2 zone climatiche: nella zona che si affaccia sul Mar delle Filippine il clima è tropicale-monsonico (caldo-umido da maggio a novembre, secco-temperato da dicembre ad aprile), mentre nella regione orientale e meridionale le temperature sono equatoriali. A Manila, la capitale, la temperatura media è tra i 25,3° e i 27,5°. I monsoni colpiscono la zona dove il clima è tropicale, con piogge intense tra maggio e novembre; nella regione equatoriale invece i rovesci sono distribuiti in modo più regolare. Spesso tra giugno e ottobre i tifoni colpiscono il paese, per questo il periodo migliore per visitare le Filippine è quello compreso tra dicembre e maggio, quando il clima è secco e non piove: in questi mesi, inoltre, si tengono moltissime feste folkloristiche.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Filippino e Inglese

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +7 (+6 ora legale)

VALUTA PRINCIPALE

Peso Filippino (PHP)

Lingua

Le lingue ufficiali sono il filippino e l’inglese. Lo spagnolo, un tempo molto diffuso, oggi è ancora insegnato nelle scuole ma è parlato da una ristretta minoranza della popolazione. Nel paese esistono circa 87 dialetti che appartengono al gruppo malese-polinesiano.

Valuta

La maggior parte degli hotel accetta le principali carte di credito.

visto e documenti

Passaporto: deve avere una validità residua di almeno 6 dalla data di partenza

Visto: non è necessario per soggiorni inferiori ai 30 giorni.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Nessuna vaccinazione è obbligatoria.

Elettricità

La corrente è a 220/240 V. Molti alberghi hanno anche cor­rente a 110 V. Per l’uso di piccoli apparecchi personali, si consiglia di portare un adattatore universale.

cucina

La cucina delle Filippine è un mix di sapori che riflette la storia di questo paese, da sempre crocevia di popoli. Ricchissima di riso, uno degli alimenti principali coltivato nel paese da millenni, la tradizione gastronomica filippina contiene influssi della cucina malese, cinese, spagnola e americana; il pesce è abbondante, come la carne (soprattutto manzo, pollo e maiale); molto diffusi sono anche i noodles, gli involtini, la salsa di soya, il peperoncino, il latte di cocco e alcuni piatti tipici della cucina spagnola come la paella. Anche gli americani hanno lasciato il segno del loro passaggio: il segno più evidente è la presenza diffusa di catene di fast-food e di cibi a lunga conservazione.

Acquisti

La città ideale per comprare souvenir è certamente Manila, la capitale, che abbonda di negozi e centri commerciali. In generale, comunque, i negozi di artigianato e le piccole attività vendono souvenir di ogni tipo come gioielli, borse, statuette in ardesia, abiti tipici e molto altro ancora. Buoni anche i sigari, di qualità e venduti a prezzi convenienti.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it