I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Nepal

NEPAL

IL TETTO DEL MONDO

DESTINAZIONI › ASIA › NEPAL

Viaggi organizzati in Nepal, tra le giungle e le montagne dell’Himalaya

SCOPRI I NOSTRI TOUR IN NEPAL

 

Il Nepal è un piccolo regno indipendente i cui abitanti sono frutto di antiche mescolanze tra popolazioni mongoliche, indiane e indigene nepalesi. A causa dell’altitudine (nel paese ci sono cime che superano anche gli 8000 metri) la maggioranza della popolazione abita il Terai e le zone collinari; su un totale di 24.785.000 abitanti, circa 700.000 abitano Kathmandu, la città carovaniera più popolata tra l’India e il Tibet, purtroppo già condizionata dal turismo internazionale.

 

Kathmandu si trova a un’altitudine di 1300 metri sul versante meridionale dell’Himalaya ed è al centro dell’omonima fertile valle; qui si riuniscono molti corsi d’acqua tra cui il fiume sacro Bagmati. Le belle costruzioni in mattoni attorno ai cortili dei Newari e i palazzi costruiti dai Rana, una famiglia di capi Gurca, danno alla città un aspetto aristocratico nonostante l’assalto delle parabole satellitari e il diffondersi del degrado ambientale. Malgrado l’inquinamento, il traffico, l’abuso edilizio e il sovrappopolamento, Kathmandu rimane una città unica al mondo, preziosa e immutabile nella sua intimità.

 

Sono certamente le preghiere affidate al vento, il fervore accorato della gente, la grande tolleranza, il profumo degli incensi, le offerte alle divinità, la protezione degli antenati a difendere Kathmandu e i suoi abitanti da ogni attacco estraneo alla sua cultura e alle sue tradizioni. E poi c’è il silenzio mistico delle valli, dei parchi, dei laghi, dei fiumi e delle vette più inaccessibili che stanno come a guardia di un tesoro che il mondo non può eguagliare; dove la vita di ogni giorno sembra scorrere secondo ritmi immutati, dove ogni essere vivente sembra intento alla composizione del più bello dei mandala. Il Nepal è davvero il paese delle meraviglie con la sua cultura antica e i grandi estremi della natura: dalle giungle delle pianure del Terai alle aree premontane, al grande Himalaya fino all’altopiano tibetano.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITA’ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Rep. fed. dem. del Nepal

CAPITALE

Kathmandu (700.000 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Repubblica federale

SUPERFICIE

147.181 Km²

POPOLAZIONE

24.785.000 abitanti.

Così come la conformazione del territorio, anche la popolazione del Nepal è molto varia. Il paese è il punto di incontro tra i popoli indoeuropei dell’India e i popoli tibetano-birmani dell’Himalaya. Da nord a sud, dalle pianure alle montagne, si possono distinguere 3 aree etniche: il Terai, la zona centrale (Pahar) e l’Himalaya. Ognuna di queste zone è dominata da un’etnia che ha sviluppato il suo stile di vita e i suoi metodi di sussistenza in funzione all’ambiente in cui si trova a vivere. In Nepal sono censiti ufficialmente più di 100 gruppi etnici o castali, e solo 11 raggiungono circa le 500 mila unità. Nei 3 tre grossi ceppi della popolazione rientrano anche gli indo-arii, i tibeto-birmani e i dravidici.

Territorio

Il Nepal ospita i rilievi dell’Himalaya, dove si trova il monte Everest, le pianure fertili del Terai, dove vivono moltissime specie di uccelli, e il bacino di Kathmandu, un’altra area pianeggiante dove scorrono numerosi fiumi. Nel suo territorio crescono oltre 6.500 specie di piante e vivono animali come la tigre reale, il leopardo delle nevi e il rinoceronte unicorno.

Religione

Il 90% della popolazione è di religione induista, solo il 5% buddista e infine il 3% musulmana.

Clima

Il periodo migliore per andare in Nepal è tra ottobre e novembre, quando inizia la stagione secca. In generale le temperature variano molto a seconda dell’altitudine. Da giugno a settembre il paese è colpito dai monsoni.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Nepalese

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: +4:45 (+3:45 ora legale)

VALUTA PRINCIPALE

Rupie nepalesi (NPR)

Lingua

Il Nepalese è la lingua ufficiale, anche se nel paese si parlano molte lingue tra cui il mainthili (11%) e il newari (3%).

Valuta

A Kathmandu sono accettate tutte le maggiori carte di credito internazionali, i dollari emessi di recente e le banconote di piccolo taglio in buone condizioni. Anche gli euro iniziano a essere accettati, ma nei mercati e nei piccoli negozi è meglio usare i dollari.

visto e documenti

Passaporto: deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza e 2 pagine vuote consecutive per l’apposizione dei timbri.

Visto: si può ottenere in 2 modi: presso il presso il Consolato Onorario del Nepal a Roma oppure all’arrivo a Kathmandu, al costo di circa 25 dollari. Occorre presentare il passaporto e 2 fototessera a colori.

Ricordiamo che le procedure per il visto d’ingresso sono in continuo cambiamento.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Non sono previste vaccinazioni obbligatorie.

Elettricità

La corrente elettrica ha un voltaggio di 220V/50Hz. Alle prese si adattano spine a due fori, grandi o piccole a seconda dei casi. Consigliamo comunque di portare con sé un adattatore universale.

cucina

La cucina nepalese è speziata e piccante, con piatti a base di riso, lenticchie, uova e verdure. Tra le pietanze tipiche ci sono il “dal bhat tarkari” (a base di riso, verdure, lenticchie e curry), il “gundruk” (una zuppa di verdure) e il “curd” (uno yogurt preparato con latte di bufala). La bevanda nazionale è il tè, preparato anche in una variante molto particolare a base di burro di yak e sale. Un’altra bevanda tipica è il “chang”, una birra locale preparata con orzo fermentato.

Acquisti

Kathmandu offre moltissimi souvenir tra cui pietre, tessuti, oggetti d’artigianato, tazze da tè tibetane e i tradizionali thangka, rotoli dipinti che rappresentano mandala, Buddha o divinità minori. Altri acquisti tipici sono le ceramiche, le stampe su carta di riso, gli oggetti in terracotta e le marionette.

Segnalazione

Il paese si sta riprendendo dal tragico terremoto del 2015: potreste avere qualche difficoltà durante il vostro viaggio in Nepal.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it