I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Polinesia Francese

POLINESIA FRANCESE

IL PAESE DEI VULCANI

DESTINAZIONI › OCEANIA E PACIFICO › POLINESIA FRANCESE

Il tuo viaggio in Polinesia

SCOPRI LE ISOLE TROPICALI DI TAHITI, BORA BORA E MOLTO ALTRO ANCORA

 

La Polinesia è la quintessenza dell’esotico sognato dall’Occidente: non è difficile capire i motivi che spinsero l’equipaggio del Bounty, nel 1788, all’ammutinamento più famoso della storia.

I mari tropicali della Polinesia Francese abbracciano 5 arcipelaghi con 118 isole lussureggianti che affiorano come miraggi nel blu sconfinato. Sono isole vulcaniche e coralline circondate da spiagge bianche lambite da acque cristalline. Nel 1891 Paul Gauguin raggiunse Tahiti con un viaggio che durò 63 giorni; oggi abbiamo la fortuna di poter arrivare a Tahiti il giorno stesso della partenza dall’Europa.

 

Tahiti fa parte dell’arcipelago Isole del Vento ed è la più grande delle isole. S’innalza tra la California e l’Australia con i suoi due splendidi monti di origine vulcanica, l’Oropiti e il Mairenui. L’isola di Moorea, con i suoi picchi vulcanici che si riflettono nelle tranquille acque della laguna, dista da Tahiti solo 17 km. L’isola di Tahaa invece fa parte dell’arcipelago delle Isole Sottovento: è l’isola sacra dalle fertili vallate. Moorea e Bora Bora, molto conosciute, sono isole dell’arcipelago della Società e sono circondate da acque calde ricche di pesci che giocano nei giardini di corallo.

 

L’arcipelago delle Tuamotu è un insieme di isole basse, o atolli, semplici anelli di corallo che sembrano adagiati con cura sull’oceano, quasi sospesi tra il cielo e gli abissi marini. L’arcipelago comprende l’atollo di Rangiroa, con la sua laguna turchese e le distese viola di corallo che affiorano sulla superficie con il giallo, il rosso, l’arancione, il nero e il rosa della flora sottomarina.

Itinerari

Informazioni utili

CULTURA GENERALE E FORMALITÀ DI VIAGGIO

NOME COMPLETO

Polinesia francese

CAPITALE

Papeete (25.763 ab.)

FORMA DI GOVERNO

Ter. francese d’oltremare

SUPERFICIE

4.167 Km²

POPOLAZIONE

259.706 abitanti

Territorio

Le 118 isole e atolli della Polinesia Francese si trovano nella zona est, a sud del Pacifico, tra l’Equatore e il Tropico del Capricorno; si estendono in un alternarsi di alture vulcaniche e atolli corallini. Su queste isole crescono splendidi fiori chiamati tiarè, usati spesso per ornare i capelli e i costumi locali.

Le isole della Polinesia Francese sono suddivise in c arcipelaghi:

  • Le Isole della Società (che comprendono le isole Sopravento, Tahiti, Moorea, Tetiaroa, e le isole Sottovento, Bora Bora, Raiatea, Huahine, Tahaa).
  • Le Isole Tuamotu (che comprendono le isole Anaa, Fakarava, Arutua, Manihi, Kaukura, Mataiva, Nukutavake, Rangiroa, Takapoto, Takaroa e Tikehau).
  • Le Isole Gambier (che comprendono le isole Akamaru, Aukena, Mangareva, Taravai)
  • Le Isole Marchesi (che comprendono le isole Hiva Oa e Nuku Hiva)

Le Isole Australi (che comprendono le isole: Rurutu e Raivavae.

Religione

Oltre al protestantesimo e al cattolicesimo, nel paese sono piuttosto diffusi anche gli antichi culti indigeni.

Clima

Il clima tropicale della Polinesia Francese conosce due stagioni distinte. Una è la stagione delle piogge, che va da novembre ad aprile, con temperature medie tra i 27° e i 30° un alto tasso di umidità e piogge intense, con temporali brevi e violenti. L’altra è la stagione secca, che dura da maggio a ottobre, durante la quale le precipitazioni sono scarse, con aria asciutta e temperature fresche.

Gli Alisei del Pacifico, presenti tutto l’anno, donano un clima gradevole alle isole. Le temperature medie si aggirano intorno ai 27°, che si possiamo riscontrare anche nelle temperature delle acque lagunari.

Prima di partire si consiglia di consultare le temperature su Weather Underground oppure su Yahoo Weather

LINGUA PRINCIPALE

Francese e Tahitiano

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia: -11 (-12 ora legale)

VALUTA PRINCIPALE

Franco del pacifico (XPF)

Lingua

Il francese e il tahitiano sono le lingue ufficiali. L’inglese è diffuso e parlato in alberghi e negozi.

Valuta

Franco delle banche francesi del Pacifico (XPF).

Gli hotel di media e alta categoria, i ristoranti, le gioiellerie, i centri per immersioni e i supermercati più grandi accettano le carte di credito, soprattutto Visa e MasterCard.

visto e documenti

Passaporto: deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro.

Visto: non è necessario per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Per l’ingresso in Polinesia Francese dagli Stati Uniti, ai cittadini italiani è richiesto un passaporto emesso secondo queste modalità:

  • Passaporto a lettura ottica con fotografia digitalizzata, con validità di almeno 6 mesi che permette di transitare dagli Stati Uniti fino alla scadenza del passaporto stesso senza richiedere il visto. Occorre che il passaporto sia stato emesso o rinnovato prima del 26 ottobre 2005.
  • Passaporto a lettura ottica con fotografia digitalizzata, con validità di almeno 6 mesi che permette di transitare dagli Stati Uniti fino alla scadenza del passaporto stesso senza richiedere il visto. Occorre che il passaporto sia stato emesso o rinnovato dopo il 26 ottobre 2005 e entro il 26 ottobre 2006.

 

  • Passaporto con chip elettronico, con validità di almeno 6 mesi che permette di transitare dagli Stati Uniti fino a scadenza del passaporto stesso senza richiedere il visto. Occorre che il passaporto sia stato emesso dopo il 26 ottobre 2006.

 

In tutti gli altri casi è necessario richiedere il visto all’ambasciata degli Stati Uniti in Italia.

Bambini e neonati devono avere un loro passaporto con le stesse normative.

Vaccinazioni e consigli sanitari

Non sono previste vaccinazioni obbligatorie.

Elettricità

Nella maggior parte degli alberghi la corrente è a 110 o a 220 volt (60 Hz). Le prese sono di tipo A, B, E.
È indispensabile portare con sé degli adattatori universali.

cucina

La particolare cucina polinesiana deriva dalle influenze della cultura francese, italiana e cinese. La ricchezza delle risorse della terra e del mare hanno dato vita a gustose pietanze che caratterizzano una cucina leggera, ricca e gustosa, unica al mondo. Da non perdere il pesce crudo alla tahitiana, i famosi frutti dell’albero del pane, le tante varietà di banane e i diversi tuberi. Molto buoni anche i dessert a base di frutta.

altri consigli

Non comprare articoli che danneggiano la flora, la fauna o il patrimonio artistico del paese. Non sprecare l’acqua: è un bene prezioso.

prima della partenza

È buona norma informare il Ministero degli Esteri del viaggio che si sta per fare. Visita il sito: www.dovesiamonelmondo.it