I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Ecuador: gran tour e isole Galapagos

Il più piccolo tra i paesi sudamericani (284.000 kmq) e nello stesso tempo il paese con la più elevata bio-diversità di tutta la terra. Un viaggio in Ecuador consente di attraversare innumerevoli territori diversi: la foresta amazzonica, i parchi naturali con la loro incredibile fauna e flora, le cime andine sempre innevate. Un viaggio nella natura ma anche un viaggio per entrare in contatto con una popolazione allegra ed ospitale: 13 milioni e mezzo di persone che appartengono a 13 gruppi etnici diversi con le loro tradizioni di antica memoria.

Popoli gentili, vecchi che conservano negli occhi l’incanto dell’infanzia, musica che sa di magia, costumi e antiche tradizioni delle culture andine: tutto questo e molto di più si concentra in Ecuador, il piccolo paese sudamericano (più piccolo dell’Italia) a cavallo dell’equatore. Il territorio è attraversato da nord a sud dalla catena andina con cime che superano i 6000 metri e che separano le piane costiere occidentali dalle giungle amazzoniche d’oriente. Tanta diversità e ovunque una natura prorompente che improvvisamente mostra la sua commovente vulnerabilità con le isole Galapagos.

Costo

A partire da € 3.990,00

Durata

12gg

Tipologia viaggio

Viaggio di gruppo, Viaggio individuale, Viaggio di nozze

Per partenze entro il

20/12/2020

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Quito, Otavalo, Comunità Karanki, Salinas, Cotopaxi, Baños, Riobamba, Ingapirca, Cuenca, Guayaquil

CALENDARIO PARTENZE 2019/2020

Lunedì 2

Lunedì 23

Lunedì 14

Lunedì 11

Lunedì 12

Lunedì 13

Lunedì 3

Lunedì 2

Lunedì 13

Lunedì 4

Lunedì 1

Lunedì 22

Lunedì 6

Lunedì 20

Lunedì 3

Lunedì 17

Lunedì 7

Lunedì 21

Lunedì 19

Lunedì 16

Lunedì 7

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    QUITO

    Arrivo a Quito, capitale dell'Ecuador, accoglienza in aeroporto e trasferimento in hotel.

    Pomeriggio a disposizione.

    Cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    2

    QUITO/MITAD DEL MUNDO/QUITO

    Prima colazione e partenza per il Tour della città di Quito, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco ed è senza dubbio uno dei quartieri coloniali meglio conservati di tutto il continente.

    La visita inizia dalla Piazza dell’Indipendenza, su cui affacciano la maestosa Cattedrale, il Palazzo Presidenziale, il Municipio e l’Arcivescovado. Si visiterà poi la Chiesa della Compania de Jesus e il Monasterio di San Francesco, uno dei principali monumenti religiosi del Nuovo Mondo. La visita termina con una vista della città dal promontorio su cui sorge la Virgen del Panecillo.

    Proseguimento verso nord alla volta della “Metà del Mondo”, dove nel 1736 una spedizione scientifica francese stabilì la latitudine 0’00’00 che traccia la linea equatoriale. È compresa una visita al Museo Etnografico che si trova all’interno del Monumento per approfondire la conoscenza delle etnie che popolano l’Ecuador.

    Al termine, rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    3

    QUITO/OTAVALO/COMUNITÁ KARANKI

    Prima colazione e partenza verso il coloratissimo mercato indigeno di Otavalo che nei giorni di mercoledì e sabato invade tutte le vie che circondano la piazza principale dell’omonima cittadina.

    A Otavalo si potrà apprezzare l’artigianato locale e ammirare bellissimi tessuti, ponchos, tappeti, maglioni, gilet, cappelli, amache e un‘infinità di altri prodotti tipici dell’artigianato locale.

    Pranzo libero.

    Proseguimento verso la vicina città chiamata Peguche, nota per i suoi tessitori, e per visitare un laboratorio di strumenti a fiato. Al termine, sosta al villaggio di Cotacachi, i cui abitanti sono conosciuti come abili fabbricanti di pelletteria.

    Trasferimento presso la Comunità di Karanki per vivere un’esperienza a contatto con la popolazione locale, i suoi usi e costumi.

    Cena e pernottamento in una delle case della comunità.

  • GIORNO
    4

    COMUNITÁ KARANKI/SALINAS/QUITO

    Prima colazione.

    Mattinata a disposizione per conoscere la Comunità Karanki Magdalena, costituita da un gruppo di case situate sulle pendici del vulcano Imbabura, dove i viaggiatori vengono accolti dalle famiglie e conoscere attività tradizionali per una vera esperienza interculturale. Sarà possibile partecipare a escursioni nei pascoli andini, fare passeggiate a cavallo oppure in mountain bike.

    Al termine trasferimento a Ibarra e partenza sul “Treno della libertà” verso Salinas. Il percorso in treno attraversa i magici paesaggi degli altipiani tunnel misteriosi, ponti, canyon e burroni che costituiscono ricca biodiversità della regione. Arrivo presso la comunità afro-ecuadoriana di Salinas, ben nota per le sue attività agricole.

    Pranzo. Nel pomeriggio rientro a Quito.

    Pernottamento in hotel.

    N.B. Nel caso in cui il “Treno della Libertà” non operi il giorno previsto dall’itinerario, verranno proposte attività alternative tra cui: esperienza e attività extra presso la Comunità di Karank oppure visita al Parco Condor oppure visita a San Antonio de Ibarra.

  • GIORNO
    5

    QUITO/COTOPAXI/BANOS/RIOBAMBA

    Dopo la prima colazione si lascia Quito in direzione di Baños, percorrendo il tratto sud della Panamericana, nota in questo tratto con il nome di “Avenida de los Volcanes”, per via delle impressionanti cime che ne caratterizzano il panorama.

    Se il clima è favorevole e il cielo è limpido sarà possibile ammirare la maestosità del Vulcano Cotopaxi, che si staglia all’orizzonte come sfondo di questo selvaggio paesaggio.

    Proseguimento per Baños, piccola e accogliente località a metà strada tra le Ande e l’Amazzonia, nota per i suoi bei paesaggi, le cascate e le acque termali. Si oltrepassa Baños per arrivare al Canyon del fiume Pastaza dove inizia la “Via delle Cascate”; qui, circondate da una vegetazione lussureggiante, si trovano le Cascate della Vergine, Manto della sposa, Machay, Calderone del diavolo.

    Ritorno a Baños e visita del paese. Nel pomeriggio proseguimento per Riobamba passando ai piedi del Vulcano Chimborazo, il più alto dell’Ecuador.

    Sistemazione in hacienda e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    RIOBAMBA/INGAPIRCA/CUENCA

    Prima colazione e partenza per Cuenca.

    Lungo il tragitto si potrà avere una vista panoramica della comunità di Colta, caratterizzata dalle terrazze naturali coltivate secondo gli antichi sistemi pre-colombiani. Proseguimento per Alausi, dalla cui stazione ha inizio il tragitto del treno denominato "Nariz del Diablo".

    La comunità di Alausì è riconoscibile per i cappelli e le gonne con cui vestono le signore, i cui dettagli servono spesso a indicare lo stato sociale (nubile, coniugata, ecc.) di chi le indossa. Da qui avrà inizio il tragitto piú emozionate del viaggio: il trenino percorrerà lo spettacolare zigzag che attraversa la Nariz del Diablo, per poi risalire ad Alausí.

    Proseguimento per Ingapirca, principale testimonianza Inca presente in Ecuador, visita del piccolo sito archeologico e proseguimento per Cuenca. Durante questo percorso vi sarà offerto un Box Lunch.

    All’arrivo sistemazione presso l’hotel.

    Cena libera e pernottamento.

  • GIORNO
    7

    CUENCA/EL CAJAS NATIONAL PARK/GUAYAQUIL

    Dopo la prima colazione visita panoramica della splendida città coloniale di Cuenca (dichiarata dall’Unesco Patrimonio Culturale dell’Umanità).

    Famosa per la sua arte religiosa, le sue chiese e i suoi ricchi musei è caratterizzata da ciottolati, piazze molto animate, balconi in ferro battuto e giardini fioriti. È circondata dalle testimonianze di interesse archeologico delle culture pre-incaica e cañaris.

    Visita del Parco Nazionale El Cajas, area conosciuta per i suoi splendidi paesaggi con almeno 200 lagune. Tra le brughiere incontreremo la famosa laguna La Toreadora: qui potremo fare una bellissima passeggiata attraverso i meravigliosi paesaggi che la natura offre.

    Nel pomeriggio, trasferimento a Guayaquil. Arrivo e sistemazione in hotel.

    Pernottamento.

  • GIORNO
    8

    GUAYAQUIL/CROCIERA M/V GALAPAGOS LEGEND

    Prima colazione e trasferimento in aeroporto per l'imbarco sul volo diretto alle isole Galapagos, dove Charles Darwin gettò le basi della "Teoria dell'evoluzione".

    Arrivo a Baltra e imbarco per l'inizio della navigazione e una prima escursione pomeridiana. Sistemazione in cabine standard.

    Cena a bordo.

  • GIORNO
    9

    CROCIERA M/V GALAPAGOS LEGEND

    Pensione completa (acqua inclusa nei pasti).

    Prima giornata di navigazione con l'esplorazione delle Galapagos con 2 escursioni giornaliere.

  • GIORNO
    10

    CROCIERA M/V GALAPAGOS LEGEND

    Pensione completa (acqua inclusa nei pasti).

    Prima giornata di navigazione con l'esplorazione delle Galapagos con 2 escursioni giornaliere.

  • GIORNO
    11

    GALAPAGOS/BALTRA/GUAYAQUIL

    Prima colazione.

    Ultima visita prevista dall’itinerario e al termine trasferimento in aeroporto a Baltra. Disbrigo delle formalità aeroportuali di imbarco e volo verso Guayaquil (o Quito).

    Arrivo e trasferimento in hotel, sistemazione e pernottamento.

  • GIORNO
    12

    GUAYAQUIL

    Prima colazione.

    Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza per l’Italia o altra destinazione.

In base alla stagione ed alla data di partenza l’itinerario alle Galapagos può variare come segue:

OPZIONE 1

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    BALTRA

    Arrivo a Baltra (2 ore e mezza di volo).

    Incontro con la guida naturalistica e trasferimento in bus al molo (circa 10 minuti).

    Imbarco sulla M/V Galapagos Legend.


    HIGHLANDS - RISERVA TARTARUGHE (SANTA CRUZ)

    Sbarco asciutto.

    Percorso di 45 minuti in macchina ci porterà sulla parte alta dell’isola di Santa Cruz che si trova a nord-ovest di Puerto Ayora, dove si trova una riserva naturale di tartarughe giganti.

    Questi enormi rettili che troverete lungo il percorso boscoso possono pesare tra i 250 ei 300 kg e possono vivere fino a 150-200 anni. L’esperienza di avvicinarsi tanto a loro, nel loro ambiente è senza dubbio un’avventura indimenticabile.

    Lungo questo percorso si potranno ammirare i contrasti dell’isola grazie alla varietà che offre questo ecosistema unico al mondo. Si potranno osservare diverse specie di uccelli tra cui fringuelli di terra e di uccelli pigliamosche.

  • GIORNO
    2

    BARRANCO, PASSO DEL PRINCIPE FELIPE (GENOVESA)

    Sarete meravigliati dalla varietà di vita marina che utilizza le fessure delle scogliere di lava per il riparo.

    Nei pressi dello sbarco si scorgeranno uccelli tropicali dal becco rosso e si potrà osservare una piccola colonia di foche attraversando la baia disseminata di nidi.

    Si sale su una ripida scalinata che inizia sulle rocce; il percorso si snoda attraverso una colonia di uccelli marini pieno di Nazca e sule dai piedi rossi. Nel pianoro il sentiero prosegue verso l'interno che consente di vedere più colonie di nidificazione nel sottobosco di Palo Santo.

    Verso la fine del percorso, su una pianura di lava rocciosa, si potrà osservare il volo degli uccelli delle tempeste. Se si è fortunati, si potrà intravedere anche il Gufo della palude.



    BAIA DARWIN

    Sbarco su una piccola spiaggia di sabbia e di corallo.

    Un breve sentiero si dirige a ovest lungo una laguna di mare e poi su una collina rocciosa che porta ad un punto panoramico che domina la scogliera e la baia di Darwin.

    Lungo il sentiero nei pressi della laguna di mare, i visitatori potranno vedere coppie di gabbiani coda di rondine, gabbiani e aironi della lava. Il sentiero prosegue attraverso boschi di alberi palo santo, di cactus opuntia e Saltbushes, dette “cespuglio di sale”, abitate da fregate e sule dai piedi rossi.

    Questo è uno dei pochi posti nelle isole dove i visitatori sono certi di vedere le Sule dai piedi rossi. Si stima che più di 200.000 sule dai piedi rossi vivano negli alberi e cespugli dell’Isola di Genovesa.

  • GIORNO
    3

    CERRO DRAGON (SANTA CRUZ)

    Sbarco asciutto.

    Si percorre una zona costeggiando una laguna salmastra dove si potranno osservare bellissimi fenicotteri. Il sentiero attraversa una caratteristica zona arida con scarsa vegetazione fino a Dragon Hill, un importante luogo di nidificazione delle iguane terrestri endemiche da cui si gode una splendida vista sulle isole.

    La foresta è la patria di tordi, fringuelli di Darwin, parulidi gialli e colombe delle Galapagos.


    ISOLA DI SANTA FE

    Sbarco in acqua su una spiaggia di sabbia bianca, circondata da una grande colonia di leoni marini; cammineremo in un bosco di cactus endemico alla ricerca dell’iguana di terra di Santa Fe, la più grande e chiara dell'isola. Questa isola è sede di molte specie endemiche, tra cui la poiana, il serpente, i ratti, diversi tipi di fringuelli e una delle quattro specie di tordi delle Galapagos. Snorkeling in acque profonde.

  • GIORNO
    4

    PLAYA BACHAS (SANTA CRUZ)

    Sbarco in acqua (bagnato) sul lato nord di Santa Cruz; dietro la spiaggia si trovano due piccoli la-ghetti con fenicotteri, iguane, uccelli costieri, fringuelli di Darwin, tordi e gabbiani.

    Molto interessante la vegetazione nativa endemica, mangrovie rosse e nere, cespugli di sale e molto altro ancora. Questa spiaggia è uno dei principali siti di nidificazione delle tartarughe marine dell’arcipelago. In media la tartaruga depone circa 70 uova da 3 a 4 volte per poi sospendere la riproduzione per 3-5 anni.

    In questo luogo paradisiaco troveremo anche i resti di una chiatta della marina statunitense affondata nel secolo scorso quando, durante la seconda guerra mondiale, Baltra era base navale. La spiaggia deve il suo nome proprio a questa chiatta, in inglese "Barges" – parola che per la popolazione locale era difficile pronunciare e che per questo viene pronunciata “Bachas”.

    Al termine della visita, trasferimento in aeroporto per il volo di rientro a Guayaquil o Quito.

OPZIONE 2

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    BALTRA

    Arrivo a Baltra (2 ore e mezza di volo).

    Incontro con la guida naturalistica e trasferimento in bus al molo (circa 10 minuti).

    Imbarco sulla M/V Galapagos Legend.



    ISOLA BARTOLOMÉ

    Sbarco asciutto o bagnato.

    S'incontra un affascinante paesaggio lunare costituito da vari vulcani, colate e zampilli di lava e cenere. Si prosegue verso la cima per godere di una vista mozzafiato sulle isole circostanti e del famoso Pinnacle Rock. Si potranno scorgere iguane marine e lucertole del-la lava e sule dai piedi azzurri.

    Opportunità per fare snorkeling e vedere, e forse nuotare, con i pinguini Galapagos, tartarughe marine, lo squalo dalla pinna bianca e una grande varietà di pesci colorati. Per molti visitatori, questa può rivelarsi la migliore delle esperienze di snorkeling. Qui l'acqua è generalmente chiara e ricca di vita marina.

    Per la sua posizione geografica, la mancanza di vegetazione è una conseguenza evidente. In questa zona troviamo le “piante pioniere” - così chiamate per essere state le prime a stabilire le radici: il Tiquilianesiotica (endemica dell'isola) e la Chamaesyce (nota come “tappeto di sabbia”), cactus lava e arbusti Scalesia. Dietro la spiaggia si trovano dune ricoperte da mangrovie.

  • GIORNO
    2

    ISOLOTTO PLAZA SUR

    Approdo asciutto sulla parte settentrionale dell'isolotto.

    La passeggiata inizia con un’imponente foresta di cactus circondata da iguane marine e terrestri. Sulla strada per il punto più alto si osservano uccelli tropicali, tra cui i fetontidi, sule di Nazca e dai piedi azzurri e una giovane e bella colonia di leoni marini.

    Nel sud dell’isola si trova una colonia di piccole iguane terrestri: la popolazione è di circa 300 unità. Si nutrono di tutti i tipi di vegetazione, ma durante la stagione secca sopravvivono grazie ai frutti e ai fiori del cactus Opuntia. Questo è l'unico luogo del Pianeta dove possiamo trovare le iguane ibridi delle Galapagos.



    SEYMOUR NORD

    Sbarco asciutto.

    Questo è forse il luogo dell’arcipelago più visitato dai turisti. Lasceremo Baltra (dove si trova l'aeroporto) e non lontano da Santa Cruz troveremo Seymour Nord. L'isola è stata formata da lava vulcanica sottomarina depositatasi a strati nell'oceano.

    Cammineremo circa 2 ore tra grandi colonie di nidificazione di sule dalle zampe blu e di gabbiani: è l’unico luogo in cui si possono trovare 2 tipologie diverse di fregata (fregata superiore e fregata inferiore).

    Incontro ravvicinato con leoni marini e iguane terrestri e, secondo la fortuna, con i serpenti delle Galapagos.

  • GIORNO
    3

    PUNTA PITT E ISLOTE PITT (SAN CRISTÓBAL)

    Sbarco in acqua seguito da un'intensa escursione su terreno roccioso.

    Il percorso comprende spettacolari panorami tra cui una spiaggia lunga 90 metri e un sentiero che sale fino alla cima del vulcano di tufo. QuestA è probabilmente l'unica area in cui si possono vedere riunite le 3 specie di sule: le sule di Nazca, le fregate dalle zampe blu e quelle dalle zampe rosse, oltre a una colonia di leoni marini.

    Si tratta di un luogo eccellente per un’escursione in canoa, per praticare snorkeling e per poter osservare un’enorme quantità di uccelli marini.



    CERRO BRUJO (SAN CRISTÓBAL)

    Sbarco in acqua.

    Cerro Brujo è un cono di tufo che, in varie parti, è composto da formazioni laviche “AA” e da spiagge bianche (luogo ideale per lo snorkeling e per prendere il sole).

    Visita della laguna e possibilità di avvistamento delle specie di uccelli migratori come ad esempio: Teros Reales (cicogna dal collo nero), Turnstone (uccelli “voltapietra” della famiglia delle Arenarie), chiurli e altre specie di uccelli limicoli e anatre.

    Cerro Brujo offre una splendida vista su Kicker Rock, la parte meridionale di San Cristobal e della costa adiacente.

  • GIORNO
    4

    CERRO COLORADO/RISERVA DELLE TARTARUGHE (SAN CRISTÓBAL)

    Sbarco asciutto a Puerto Baquerizo Moreno.

    Visita del Centro di allevamento e di riproduzione delle Tartarughe Giganti di San Cristóbal dove si potrà approfondire il programma di conservazione della spiecie del Parco Nazionale.

    Tempo a disposizione per visitare la città portuale, per momenti di relax, per una passeggiata o per fare shopping.

    Al termine della visita, trasferimento in aeroporto per il volo di rientro a Guayaquil o Quito.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Non è necessario per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

HOTEL PREVISTI

Categoria Stadard e Motonave Legend (o simile) alle Galapagos

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota base s’intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia.

 

Minimo 2 partecipanti secondo il calendario partenze: € 3.990,00

Supplemento singola: € 2.140,00

 

Supplemento alta stagione: € 199,00

Dal 18 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, dal 5 aprile al 25 maggio, dal 3 luglio al 26 agosto, dal 2 ottobre al 22 novembre

 

Voli interni per e da le Galapagos: € 540,00

Tassa Parco Nazionale Galapagos: € 100,00

DOCUMENTI

Per effettuare questo viaggio occorre il passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di inizio del viaggio.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale)

Cambi applicati: USD = € 0,90. Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla partenza.

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Pernottamenti, trasferimenti, visite ed escursioni specificate nel programma con servizio condiviso con altri passeggeri e guida di lingua italiana, escursioni in lingua inglese/spagnola alle Galapagos con guida naturalistica, fuel surcharge alle Galapagos, tutti i pasti specificati nel programma, documenti e set di viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Viaggio aereo internazionale, voli interni, pasti non previsti, bevande, mance, tasse aeroportuali, spese personali e quanto altro non indicato in “La quota comprende”.

 

IMPORTANTE

Per le Galapagos verrà richiesto alla prenotazione un acconto non rimborsabile di € 500,00 e un saldo della pratica 61 giorni prima della partenza.