I TUOI ITINERARI SALVATI (0)

Oman: viaggio nella remota Isola di Masirah

L’isola di Masirah è remota, rocciosa con dune di sabbia, piccole oasi, wadi e spiagge sabbiose incontaminate per 160 km, allungata lungo la costa centrale omanita da cui dista 15 km. L’isola è lunga 63 km ed è larga 18 con una popolazione di circa 2000 persone concentrate nei villaggi e nel centro principale Ras Hilf. Un piccolo microcosmo di pace, gente tranquilla e amichevole con antiche tradizioni isolane che si mantiene commerciando il pesce di cui questo mare è ricchissimo.

Tra aprile e giugno, sul lato orientale, si possono vedere migliaia di tartarughe per cui Masirah è famosa in tutto il mondo. Sono ben 4 le specie che hanno scelto quest’isola per deporre le uova: la olivacea, l’embricata, la franca e la caretta caretta. Nelle notti di luna piena si possono osservare le tartarughe che scavano le fosse per nidificare. L’isola è anche un luogo ideale per osservare gli uccelli (400 specie), gazzelle endemiche, cammelli, balene, delfini e per le magnifiche conchiglie (in particolare per quella endemica “Eloise” del genere Aceton).

Costo

A partire da € 2.750,00

Durata

9gg

Tipologia viaggio

Viaggio individuale

Per partenze entro il

20/12/2020

TAPPE PRINCIPALI DELL'ITINERARIO

Muscat, Jebel Shams, Deserto di Wahiba, Isola di Masirah, Ras al Jinz

  • Itinerario
  • GIORNO
    1

    MUSCAT

    Arrivo all'aeroporto internazionale di Muscat.

    Disbrigo delle formalità di ingresso nel Paese, ritiro del bagaglio e incontro con la guida locale.

    Trasferimento in hotel e pernottamento.

  • GIORNO
    2

    MUSCAT

    Prima colazione e partenza per una escursione dell’intero giorno.

    Si inizia con una sosta presso l’azienda di produzione del famoso profumo Amouage, conosciuto nel mondo per la raffinatezza della fragranza tipicamente orientale. Si prosegue poi con la visita della Grande Moschea, inaugurata nel 2001, nella zona di Bawshar.

    Si tratta di un edificio imponente e lussuoso, finanziato interamente da fondi personali del Sultano per un valore stimato di circa 45 milioni di dollari. L'esterno, composto da tre grandi strade principali, è monumentale. La sala di preghiere per gli uomini è ricca di muri e pilastri di marmo di Carrara e vetri e facciate di stile persiano. Da segnalare il bellissimo lampadario a cascata i cui bagliori si riflettono sul gigantesco tappeto persiano fatto a mano da cinquecento tessitori che copre una superficie di 4.263 mq. Solo su questo e sugli altri tappeti della moschea è consentito camminare: le guardie armate di Khanjar richiamano prontamente chiunque ne esca per sbaglio, poiché ai non islamici non è permesso calpestare il pavimento della moschea.

    La visita alla Grande Moschea è consentita a uomini e donne ed è l'unica visitabile da coloro che non professano la religione Islamica. Alle donne, per avere accesso, è richiesto che si coprano accuratamente il capo, le gambe e le braccia, compresi caviglie e polsi. Non è consentito entrare con magliette che raffigurino simboli o disegni, ma solo vestiti a tinta unita.

    La Grande Moschea è aperta ai musulmani tutti i giorni. Per i non musulmani, invece, dal lunedì al giovedì dalle ore 08.00 alle 11.00.

    Quindi proseguimento con la visita della zona moderna della città con i grandi palazzi amministrativi, le ambasciate e la magnifica Opera House inaugurata nell'ottobre 2011 (Segnaliamo che è possibile richiedere il calendario degli eventi per prenotare gli spettacoli).

    Quindi proseguimento verso la città vecchia con sosta fotografica al Palazzo del Sultano, affiancato dai forti portoghesi del XVI secolo di Jalali e Mirani. Visita inoltre del museo Bait al Zubair, casa della famiglia Zubair oggi trasformata in museo, dove si può riscoprire la storia e la cultura tradizionale omanita (aperto da Sabato a Giovedì tra le 9.30/13.00 e 16.00/19.00).

    Da qui si giunge al tradizionale suq di Muttrah, il più antico dell'Oman che si sviluppa sulla Corniche. Qui si trovano i suq dell'oro, dell'argento, delle spezie, degli artigiani del legno e dei tipici ornamenti. I venditori sono aperti alle trattative, come nella migliore tradizione araba.

    Seconda colazione in ristorante locale.

    Cena e pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    3

    MUSCAT/NAKHAL/WADI BANI AUF/AL HAMRA/MISFAT AL ABRYEEN/JEBEL SHAMS

    Prima colazione e partenza per la visita del forte di Nakhal del XVII secolo e ristrutturato nel 1990 che offre una bella vista sulla fertile pianura di Batinah.

    Da qui la strada continua a salire in modo sinuoso fino ad arrivare a Wadi Bani Awf attraversando i monti Hajar occidentali. Si giunge poi ad al Hamra dove si trovano le case in mattoni crudi in stile yemenita per giungere poi a Misfat al Abryeen. Qui si trova un antico villaggio costruito 700-800 anni fa. Le case nella roccia, tra le montagne, sono ancora abitate dai locali.

    Dopo la visita di questo villaggio proseguimento per il Grand Canyon Wadi an Nakhare e Jebal Shams (il picco del sole) che offre panorami mozzafiato per la particolare struttura geologica del territorio. Pranzo in corso di viaggio. Nel pomeriggio arrivo a Jebel Shams tra la catena dei monti al Hajjar.

    Cena e pernottamento in resort.

  • GIORNO
    4

    JEBEL SHAMS/NIZWA/ WADI BANI KHALID/DESERTO DI WAHIBA

    Prima colazione e partenza per il deserto di Wahiba.

    La prima sosta si effettua a Nizwa, capoluogo della regione di Dhakiliya, capitale dell'Oman nell'VIII secolo, centro culturale sia per scrittori e poeti che per i capi religiosi e i loro studenti. La città è anche famosa per le palme da dattero e per i prodotti artigianali. Si visitano gli aflaji e il forte.

    Il sistema degli aflaji è diffuso in tutto il paese e risale almeno al I secolo a.C.: si tratta di una rete di canali sotterranei che conducono l'acqua dalle montagne fino ai villaggi della pianura e della costa. Il forte costruito tra il 1670 ed il 1680 dal sultano Bin Said al-Yaarub, è famoso per la gigantesca torre circolare (36 metri d'altezza e 45 di diametro) cui si accede attraverso un ponte sospeso sopra un dirupo.

    L'antica Nizwa vive intorno alle atmosfere ed alle voci del suq più tradizionale. Nelle strette viuzze del centro si incontrano piccoli negozi traboccanti di merci: argenti, cordami, tessuti e frutti tropicali. Il suq copre un'area di 7600 metri quadrati ed è circondato da bellissimi e possenti portali di legno. Quindi partenza per Wadi Bani Khalid dove ci sarà la possibilità di fare un bagno nelle piscine naturali di acqua cristallina.

    Quindi proseguimento per un interessante percorso nel deserto di Wahiba (prende il nome da una antica tribù del deserto) cavalcando le dune e osservando le tipiche abitazioni degli abitanti del deserto.

    Seconda colazione al sacco.

    Arrivo al campo e accoglienza dello staff che vi offre il tradizionale Khawa (caffè omanita) con datteri, e bevande fresche. Relax in camera prima di tornare nel majilis (luogo di ritrovo) e godervi l'atmosfera magica del deserto sotto il cielo stellato.

    Cena e pernottamento al campo.

  • GIORNO
    5

    DESERTO DI WAHIBA/SHANNAH/ISOLA DI MASIRAH

    Prima colazione e partenza verso la costa effettuando un bel percorso attraverso il deserto.

    Seconda colazione al sacco.

    Si arriva quindi all'imbarcadero di Shannah per attendere il ferry che ci farà percorrere i 15 km che separano la terraferma dall'isola di Masirah. Arrivo al porto di Ras Hilf a Masirah e trasferimento in hotel.

    Cena e pernottamento.

  • GIORNO
    6

    ISOLA DI MASIRAH

    Mezza pensione in hotel.

    Intero giorno libero con auto fuoristrada a disposizione per la visita delle aree limitrofe.

    L'isola è circondata da bellissime spiagge di sabbia bianca dove, tra giugno e settembre, le tartarughe depongono le uova. È la Serepsis identificata nell'anno 321 a.C. da Nearchos, ammiraglio di Alessandro Magno comandante delle flotte che assicuravano i commerci sulle rotte della regione del Golfo. Successivamente fu base militare di Inglesi e Americani.

  • GIORNO
    7

    ISOLA DI MASIRAH/RAS AL JINZ

    Prima colazione e partenza con il ferry per ritornare sulla terraferma.

    Proseguimento in auto verso nord dove si trova Ras al Hadd il promontorio più orientale della penisola araba, un santuario protetto dove le enormi tartarughe verdi depositano le uova sulla spiaggia. Sosta presso il piccolo villaggio Al Ashkara dove inizia il deserto di Wahiba.

    Si supereranno le dune che scendono fino al mare fino a giungere a Ras al Jinz. Seconda colazione al sacco. Qui si trova il Ras el Jinz Turtle Reserve direttamente sulla spiaggia. Dopo cena, escursione alla Riserva Naturale di Ras Al Jinz, zona di riproduzione delle tartarughe. Si spera di vedere le tartarughe uscire dal mare e depositare le uova sulla sabbia. Le probabilità di vedere questi animali è alta nei mesi da agosto a novembre e più bassa negli altri mesi.

    Dopo la visita di circa due ore rientro al resort per la cena e il pernottamento.

  • GIORNO
    8

    RAS AL JINZ/MUSCAT

    Prima colazione e partenza per Muscat.

    Lungo il percorso sosta a Sur. Si potranno ammirare bellissime baie di sabbia bagnate da un mare limpido, crateri calcarei e profondi canyon naturali. Sosta anche al villaggio di Wadi Tiwi per una breve passeggiata tra le tipiche abitazioni. Sosta al Wadi Shab Resort per la seconda colazione. Sosta alla dolina di Bimah per un bagno ristoratore.

    Quindi arrivo a Muscat per la cena e il pernottamento in hotel.

  • GIORNO
    9

    MUSCAT

    Prima colazione.

    In tempo utile trasferimento in aeroporto per la partenza.

SALVA L’ITINERARIO TRA I PREFERITI

Dettagli di viaggio

VISTO

Obbligatorio. Il costo è di circa 12 € per 10 giorni e circa 48 € per 30 giorni.

HOTEL PREVISTI

Hotel, resort e campi 4 stelle

ISCRIZIONE ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO

€ 85,00 (rimborso spese mediche fino a € 10.000)

CONDIZIONI INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE

La quota si intende a persona e prevede la sistemazione in camera doppia

 

Minimo 2 persone: € 2.850,00

Supplemento per camera singola: € 610,00

Riduzione dal 1 maggio al 31 agosto: € 100,00

Supplemento per la guida italiana: su richiesta

DOCUMENTI

Occorre il passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi dalla data di arrivo nel Paese. Occorre inoltre il visto, da ottenere prima della partenza.

 

ASSICURAZIONE PER ANNULLAMENTO VIAGGIO (FACOLTATIVA)

Su richiesta (circa il 4% del totale).

Cambi applicati: 1 USD = 0,90 €. Adeguamento valutario, se necessario, entro 20 giorni dalla data di partenza.

 

LA QUOTA BASE COMPRENDE

Trasferimento da e per aeroporto; pernottamenti, visite e pasti come da programma; 1 notte in campo tendato a Wahiba; auto 4×4 da/per il deserto; auto 4×4 a disposizione per 8 ore durante la giornata libera all’isola di Masirah; guida/autista di lingua inglese (guida di lingua italiana in base a disponibilità, con supplemento); traghetti andata e ritorno per l’isola di Masirah tutti gli ingressi ai forti e musei; acqua minerale in auto durante il viaggio; tasse locali; documenti e set da viaggio.

 

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE

Voli; escursioni facoltative; pasti non menzionati; bevande; mance; spese personali e quanto altro non indicato in “La quota base comprende”.