I TUOI ITINERARI SALVATI (0)
India - Shani Shingnapur

La fiducia alla base della convivenza

Shani Shingnapur, situato in taluka Nevasa nel distretto di Ahmednagar (stato del Maharashtra), è un villaggio dell’India che presenta una particolarità davvero insolita: gli edifici sono senza porte!
Qui la fiducia è il solo e unico motore della convivenza. Nessuna casa e nessun edificio pubblico è dotato di porte, nemmeno le banche, solo serramenti. Una caratteristica inusuale che riguarda le oltre 300 abitazioni e istituzioni esistenti.

Nessun imbarazzo, dunque, visto che anche i bagni pubblici del centro del villaggio non hanno delle porte ma semplicemente delle tende piuttosto sottili. Alcuni abitanti durante la notte riparano le proprie case con qualche asse o con dei tendaggi, ma si tratta più che altro di uno stratagemma per tenere lontani gli animali selvatici o cani randagi. Nessuno ha paura dei ladri. Qui si vive in un clima di totale fiducia.

L’assenza delle porte crea solo un piccolo problema: non si può bussare per annunciare il proprio arrivo, quindi non si fa altro che chiamare a voce alta i padroni di casa sperando che qualcuno risponda e arrivi presto ad accogliere gli ospiti.
Se si domanda loro perché non hanno porte nelle loro abitazioni, gli abitanti di Shani Shingnapur rispondono che non ne hanno bisogno perché hanno un grande guardiano a vegliare su di loro: Dio. Secondo una leggenda, secoli fa una lastra di ferro e pietra era stata trasportata sulla riva di un fiume delle vicinanze dopo un’alluvione. Quando i curiosi si avvicinarono alla lastra, l’oggetto iniziò a grondare sangue. Più tardi quella notte il dio Shani apparve in sogno a uno dei capi del villaggio e rivelò che quella lastra era un suo simbolo che li avrebbe aiutati a proteggerli da ogni pericolo. Secondo il messaggio della divinità, gli abitanti non avrebbero mai più avuto bisogno di porte.

Nessun oggetto di valore è tenuto sottochiave o in cassaforte al villaggio. Gli abitanti credono che chiunque rubi o commetta cattive azioni nel villaggio sarà punito dal Dio Shani, che lo renderà cieco o lo perseguiterà con varie disgrazie per 7 lunghi anni; e se anche il furto riuscisse, il bene rubato finirà poi sempre per ritornare al legittimo proprietario, in un modo o nell’altro.

Un luogo davvero affascinante in grado di richiamare l’attenzione di innumerevoli pellegrini, nazionali e internazionali, soprattutto per la presenza del tempio di Shani, dio dei pianeti, considerato il supremo guardiano di questo luogo.